15 ottobre 2008

Salve vecchia amica Talpa!!

Salve ,

sono un amico, almeno mi ritengo tale, della vecchia Talpa. Vecchia per modo di dire , è giovane d’età ha ancora 150 anni , anche se non si dovrebbero dire gli anni di una signora. Ella gira tanto e scava in profondità. Ha fatto il giro del mondo non so più quante volte, e molte volte è anche uscita in superficie, molte volte di soppiatto, molte volte appena appena di sfuggita. Ma una volta è proprio uscita in superficie!!!. Mi ricordo era l’Ottobre del ‘17 in una parte del mondo chiamata Russia. Oh si!! Quella volta era proprio uscita e girovagava in superficie tra i canti e i balli della gente che la festeggiava!!! Sembrava che non dovesse entrare più nelle sue gallerie, o se lo avesse dovuto fare sarebbe stato per andare a raccontare la notizia nelle altri parti del mondo, agli altri lavoratori. Ed infatti si era già preparata alla divulgazione della buona novella. Ma …ma poi è arrivato un certo Stalin , un omuncolo, proveniva dalla Georgia che ha ricacciata la Vecchia Talpa nelle sue vecchie gallerie. Certo c'era stato qualcuno che si era prodigato a salvarla, ad aiutarla ,ad uscire ancora in superficie. Ma Stalin è stato più forte, lo ha assassinato e lei è ritornata a scavare nel buio del sottoterra, dove ancora vaga e scava e… scava. Io l’aspetto e m i preparo a quando lei uscirà. Io una volta l’ho vista. Era nel ’68 o forse nel ’69 non ricordo più bene . Io l’ho vista o.. forse mi è parsa di vederla . Ed io l’ho vista nelle cantine, nei sottoscala, nelle botteghe e nelle fabbriche, nelle scuole e nelle università, in piazza e nei cortei. Tra gli operai e tra gli studenti, tra la gente, uomini, donne, maschi, femmine e gay, lesbiche e trans. E tutti la festeggiavano e tutti a ballare e cantare con lei. E la sera .. oh la sera tra un bicchier di vino, una chitarra ed un falò cantavamo a squarciagola il giorno che verrà. Cantavamo per lei e per tutti noi Poi però l’hanno ricacciata, ancora una volta nel sottoterra. Ma io l’aspetto ancora. Perché son sicuro che uscirà e non voglio morire senza averla ancora rivista una volta, una sola volta, ma quella definitiva questa volta!

Posta un commento