30 novembre 2011

I nostri pennivendoli



Di questi tempi altro che mai stream pensiero. AI confronto ai tempi di Berlusconi la dittatura mediatica era una sciocchezza. Ho già parlato dell'associazione criminogena che i cugini di campagna, gianni e pinotto si insomma Porro e Telese hanno fatto fra le divergenze tra l'Ichino pensiero e quello che rivendica la Fiom e Landini presente in trasmissione. Prima della trasmissione hanno mandato in onda l'uccisione di Biagi da parte delle Nuove BR. Una cosa schifosa.
Siccome non v'è stata nessuna reazione e rivolta da parte dell'intellighenzia italiana, la signora del giornalismo di rai tre , la già direttore di Rai  l'Annunziata ci ha riprovato . Erano presenti nella trasmissione sia Landini sia Di Pietro. Ognuno ribadiva e sottolineava l'assenza di democrazia, l'arroganza da parte della Fiat verso la Fiom e in generale rispetto alle leggi italiane, stigmatizzavano il non rispetto degli accordi da parte della Fiat non solo delì contratto nazionale, ma di tutti gli accordi fatti in precedenza in tutti gli stabilimenti Fiat in Italia. Denunciavano il ritardo con cui il nuovo governo stava affrontando la questione del lavoro e del rapporto fra rappresentanza sindacale e arroganza padronale. L'Annunziata a mala pena riusciva a smorzare i ragionamenti, passava al gossip, per parlar d'altro " ma è vero Landini, che ha dimenticato cappotto e persino il portafoglio quando ha abbandonato il tavolo delle trattative?" e intanto pensava " Ma chi me la ha fatto fare ad invitare sti due comunisti!"
Alla fine la chicca finale. Legge , per dovere di cronaca per carità, il comunicato ansa in cui si afferma che un ordigno esplosivo si è ritrovato in una via di Roma poco lontano ( un paio di Kilometri) dalla Luiss , ma sotto un auto di un imprenditore ( in odore di mafia?) . E chiude la nostra professionista dell'informazione. "Non è che il clima e i toni si stanno surriscaldando?

Che schifo!