17 dicembre 2017

Quest'opera sa da fa A prescindere!

Che uno dice Ma che cazzo centra?
E invece tutto fa brodo.
Nel decreto per il bilancio dello Stato, altrimenti detta legge finanziaria che sostanzialmente interessa il bilancio previsionale delle spese dello Stato ci si è infilato di soppiatto il comma che dichiara il #TAP opera di interesse nazionale e quindi niente e nessuno la può fermate : E tutti i cittadini, popolazioni, Sindaci o presidenti di regione, tutti e quando si dice tutti significa tutti può protestare o contestare pena l'arresto per direttissima con una pena da tre mesi ad un anno!

Qualcuno mi chiedeva cosa fosse la democrazia. Etimologicamente è il potere al popolo che viene esercitato dai partiti e dagli interessi del profitto anche contro la stessa volontà del popolo. Perché il popolo non sa quale sia la sua volontà e i suoi interessi!!!!

finito con "loro"cominceranno con "Noi"

Terrorismo, Viminale: espulso un tunisino. Si definiva 'terrorista'

Credo che siamo arrivati ad un punto di non ritorno. Ma la patria del diritto che è stato studiato ed applicato per secoli in tutto il mondo dove è andata a finire?

Il Paese che chiamava e definiva barbari i paesi che condannavano ii "supposti" oppositori senza processo e la condanna era definitiva senza appello.

Beh! siamo ancora peggio. Qui si condanna , non per le azioni, ma per il pensiero , per i si dice che lui abbia pensato di aver detto!!!!

Si è creato prima il mostro. Profughi, immigrati, assimilati con il male, con il terrorismo, con la paura . L'Uomo Nero degli incubi ancestrali. Poi hanno cominciato a condannarli senza nessun tribunale , per un gesto, per uno sguardo, perchè qualcuno ha pensato che lui avesse pensato.
Si è creato dunque l'humus adatto. il "senso comune"

E quando avranno finito con "loro" incominceranno con "noi"

16 dicembre 2017

𝑨𝒔𝒔𝒂𝒍𝒕𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒅𝒊𝒍𝒊𝒈𝒆𝒏𝒛𝒂



Da cinque giorni chiedono al Parlamento di non approvare un emendamento che trasferirebbe sotto la gestione dell'Inail anche le problematiche di salute che riguardano i militari carabinieri compresi
Chiedono invece una legge ad hoc solo per loro che riconosca loro anche trattamenti di favore e privilegi.

Chiedono "una legge giusta, equa e chiara, un intervento complessivo che affermi i diritti ai militari, e al loro status"""

Quale sarebbe, dunque il loro status?
Sono lavoratori, come affermano e quindi perché non essere assimilati a tutte gli altri lavoratori affetti da malattie da lavoro, come l'esposizione all'amianto?
Ma loro affermano che sono lavoratori, particolari " servitori dello Stato" , e quindi superiori ad un altro semplice lavoratore al servizio dell'economia nazionale, che fanno un lavoro a contato con il pericolo.
Perché un lavoratore nelle acciaierie non lo è. Quelli dell'edilizia non lo sono. Se si contassero i morti dei lavoratori "civili" con i militari non c'è storia che tenga Con la differenza che i militari,, quando vanno in missione prendono l'indennità , i lavoratori civili che sono sempre in missione il rischio se lo giocano a 1200 euro al mese se sono in regola!!!!


Non c'è da stupirsi. Siamo il Paese dei privilegi e del "noi siamo meglio..... di voi"
E sotto elezioni, poi questo bacino d'utenza fa comodo a tutti.

15 dicembre 2017

O ci salviamo da soli o nessuno ci salverà!

I romani, i genovesi, I napoletani erano donne e uomini, scugnizzi, zoêno, pischelli antifascisti . Ne avevano subite tante , e alla fine, mentre la classe dirigente re, principi e ministri, generali e ufficiali di allora scappava e mentre le forze armate erano disciolte come neve al sole , decisero che o si salvavano loro da soli e si liberavano del giogo nazifascista o nessun pifferaio magico l'avrebbe fatto per loro.
E presero le armi in pugno e con esse anche il loro destino. E la città fu di nuovo la loro!!!!
I genitori , e i nonni dovrebbero insegnare ai loro figli e nipoti, di chi sono figli e chi erano i loro concittadini.
I loro insegnamenti valgono più di chiunque whattsapp e di qualunque twitter.
Giovani di oggi, studiate e leggete la storia , la vostra storia quella che vi appartiene, da li discendete!

Pinelli anello della Strategia della Tensione

Quasi trent'anni fa veniva defenestrato l'anarchico Pinelli. Un anello di quella che si definì dopo Strategia della Tensione

Lo Stato aveva deciso che la stagione del riscatto sociale, e della ripresa di diritti e di dignità dei lavoratori doveva cessare!
Le classi possidenti e reazionarie trovarono nei corpi della Polizia e nei servizi segreti italiani ( residuati dell'OVRA e dei funzionari della polizia fascista, mai epurati) e aiutati da quelli stranieri, il loro braccio armato ( e fin qui niente di nuovo)
Ma adottarono una nuova strategia che fece scuola nel resto del mondo , modello da applicare in ogni dove e buona per ogni stagione. Strategia della Tensione, fu chiamata in codice nemmeno tanto criptico.
Strage di Stato fu denominato dal movimento che poi fece controinformazione e scopri mandanti ed esecutori. Lo Stato anche a distanza di decina d'anni ha ancora nei fascicoli omissis e il sigillo del segreto di Stato.
Come poi disse Pasolini, vi sono due verità! Quella conosciuta da tutti e quella invece ufficiale che non si deve sapere. E non sempre, anzi quasi mai, le due verità coincidono!

Pinelli, anarchico e partigiano, martire ed eroe del movimento dei lavoratori e antifascista. Onore a te!

il bonus mamma non colorato!

Il giudice cambia le regole dell'Inps, bonus mamma anche agli immigrati E scoppia la polemica di Lega e M5S compresi i fascisti di FdI


Il bonus sarà dato a partire dal 1° gennaio 2017, su domanda della futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza o alla nascita, adozione o affido. Tra le beneficiarie troviamo le cittadine italiane, i rifugiati politici e le cittadine non comunitarie in possesso di un permesso di soggiorno di lunga durata.


E quest'ultima opzione che da fastidio, ai su citati.
Ricordo loro , che il permesso di soggiorno viene dato a tutti coloro che hanno una dimora fissa, che ha un lavoro e quindi pagano le tasse Irpef e i contributi INPS.
Mi domando in base a cosa costoro si fanno venire i mal di pancia?
Ma non erano finiti i tempi delle ideologie e quindi anche della xenofobia e i pregiudizi razziali? Perché mai due mamme che entrambe hanno una dimora fissa, che pagano l'Irpef, e i contributi INPS una deve aver diritto ed una no? Solo per il colore della pelle ?

Un lievito madre?

Da osservare e guardare con curiosità ed attenzione. Un nuovo seme gettato, al di là del 4 Marzo, su un terreno arido, ma ancora fertile!

14 dicembre 2017

Accorrete accorrete.! lo spettacolo sta per iniziare!!!

Ed il gioco è fatto!
Si fa ad elezioni anticipate , di qualche settimana , ma va bene lo stesso! Il governo Gentiloni rimane in carica per il disbrigo degli affari correnti, fino a dopo le elezioni.
Dopo le elezioni che decreteranno la impossibilità di avere una maggioranza in Parlamento , al Presidente della Repubblica non resterà che affidare, se pur per continuità, l'incarico esplorativo a Gentiloni. Il quale sentito FI e i cespugli a destra insieme a quelli eventuali a sinistra ricomporrà la stessa maggioranza che ha lasciato la XVII legislatura.
Tutto cambierà per non modificare nulla nella continuità!

A meno dei culi sulle poltrone,

Comunque andrà, vincerà il sistema di potere

S'ode a destra uno squillo di tromba;
a sinistra risponde uno squillo:
d'ambo i lati calpesto rimbomba


Se a sinistra ci si divide e ci si assembla a destra non è che stiamo molto meglio. A dispetto delle apparenze. Ma è tutto un rimescolamento e un miscuglio come un magma rimescolato dal minipimer delle elezioni!!!

Alfano non si ricandida e AP si spacca. O forse è il contrario in ordine di causa-effetto?
Fatto sta che dentro AP, i capibastone cercano collegi sicuri.
La ministra Lorenzin, Cicchitto, Pizzolante, vanno verso il PD, Lupi ( che si è legato al dito le sue forzate  dimissioni) seguito dal presidente del consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, Roberto Formigoni, da Alessandro Colucci, Luca Del Gobbo tornano" all'ovile" di FI

Non è che dall'altro versante le cose vanno meglio ( o peggio)
Perso l'appendice Pisapia, si forma una aggregazione posticcia composta dalla Bonino ( con la sua lista non lista +Europa) i verdi di Bonelli,,i "socialisti" di Nencini e persino Tabacci Lista che ha il compito di portare voti al PD in cambio di qualche poltrona

Al Centro ( non centrale) il M5S Fermo, immobile stabile nel suo splendido ed inutile isolamento

Insomma , questo voto non è una cosa da prendere sul serio!!! Comunque andrà ,vincerà il sistema di potere!!

13 dicembre 2017

cittadini al di sopra di ogni sospetto

Consip, Sessa e Scafarto sospesi dal servizio per depistaggio

E non stiamo parlando di carabinieri di basso rango, Stiamo parlando di due alti ufficiali, il maggiore Gianpaolo Scafarto e il colonnello Alessandro Sessa , poi con le indagini in corso, promosso maggiore che """"non hanno agito in modo retto, probo e osservante dei propri doveri verso la legge e le istituzioni di riferimento e quelle di appartenenza"."""" Come si legge con il linguaggio burocratese

I due sotto indagini, hanno occultato e cancellate prove come la cancellazione dei messaggi WhattsApp che due si scambiavano. Per due "normali" imputati, sarebbe scattato l'arresto precauzionale immediatamente, proprio per evitare l'occultamento o depistaggio di prove! Per i due eccellenti, invece no. I due al di sopra di ogni sospetto avrebbe detto Gian Maria Volontè

C'è ancora qualcuno che pensa al cesto con le mele marce e quelle buone? Come ai "servizi deviati"?

I Lager libici, come fabbrica di sfruttamento dei corpi



Migranti, la denuncia di Amnesty: governi europei complici delle torture ​Il rapporto descrive come i governi europei, per impedire le partenze dal paese, stiano attivamente sostenendo un sofisticato sistema di violenza e sfruttamento dei rifugiati e dei migranti da parte della Guardia costiera libica
Il rapporto, intitolato "Libia: un oscuro intreccio di collusione"

In testa l'Italia del governo Gentiloni e di Minniti supporter esterno di Salvini, Di Maio
La politica dell'aiutiamoli a casa loro. E non facciamoli sbarcare a casa nostra.

Concretamente si è raddoppiata l'offerta di minorenni prostitute nei bordelli nord europei e mai cosi basso è stato il prezzo di organi per il trapianto.

Per l'Organizzazione Mondiale della Sanità sul traffico illegale di organi umani c'è davvero di che rabbrividire. Solo nell'ultimo anno l'offerta di reni da trapiantare si è raddoppiato in rapida ascesa anche pezzi di fegato, un tratto di intestino o una cornea. L'espianto e l'impianto non sono operazioni particolarmente complesse e non richiedono né attrezzature sofisticate né competenze di altissimo livello.

Quel che in Libia fanno con gli immigrati non sono cose che ci riguardano ne abbiamo competenze ha dichiarato recentemente Minniti


P.S.
𝐏𝐨𝐬𝐭 𝐯𝐞𝐫𝐢𝐟𝐢𝐜𝐚𝐭𝐨 𝐝𝐚 𝐅𝐁 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐯𝐞𝐫𝐢𝐭𝐢𝐞𝐫𝐨


Questo articolo è stato pubblicato anche sul mio profilo FB
Mi è stato notificato che FB aveva eliminato il mio post perché definito Fake News e quindi Spam.

Subito dopo però , dopo "loro attenta verifica" il post è stato ripristinato, perché risultato facente riferimento a dati e notizie vere e veritiere prelevate da fonti attendibili e ufficiali

Tutti i miei ringraziamenti per colui/coloro che hanno effettuato la segnalazione a FB perché mi da l'opportunità di accreditarmi come fonte che non spara cazzate e che verifica sempre le sue fonti

Ho pertanto accettato di buon grado le scuse che mi ha posto FB!


12 dicembre 2017

Racconti di repressione – La passeggiata del terrore, contributi dalla terra di Bari



DICEMBRE 12, 2017


Questo racconto ho voluto scriverlo per condividere con compagne e compagni la mia esperienza di lotta al financo del popolo NOTAP

Ringrazio innanzitutto per la solidarietà che ho ricevuto dai compagn* e dagli attivist* del movimento NOTAP. Ciò che ho subito insieme a tanti altri è stata un aggressione a cielo aperto. E tutto questo non deve rimanere in silenzio. Le forze dell’ordine si sono accanite su di noi sia verbalmente con ingiurie e offese sessiste che fisicamente con i manganelli alla mano. Ero per terra quando ho ricevuto la prima manganellata; colpita alle spalle, mi giravo e rivolgendo lo sguardo verso l’alto vedevo la sagoma di un poliziotto che mi sferrava un secondo colpo con il manganello. D’istinto ho alzato il braccio per proteggermi. La manganellata è arrivata e se non fosse stata per la solidarietà attiva di due compagne che si trovavano vicino a me, avrebbe continuato. Il tempo per realizzare ciò che stava accadendo veniva scandito dal dolore al braccio e al gomito, tanto da non riuscire più a muoverlo nel giro di pochi secondi. Sono seduta a terra e sento le voci dei miei compagni e le urla di un dirigente di PS che camminando avanti e indietro con il manganello nella mano, fomentava i suoi sottoposti con odio e rabbia contro persone oramai immobilizzate, costrette a stare in ginocchio e con le manette ai polsi.



Intorno a noi un clima di feroce barbarie. Non ci si poteva muovere manco per prendere l’acqua dallo zaino che subito arrivava il celerino. Non è mancata la battuta squallida da parte di un agente verso una ragazza che era vicino a me: “Ti piacciono le manette eh?”. Bastardo. Dopo circa due ore siamo stati divisi in gruppi da 6/7 persone e condotti verso i blindati. All’interno del pulmino non ci si poteva avvicinare con lo sguardo al finestrino che immediatamente una guardia arrivava a chiudere la tendina per impedircelo. Durante il tragitto non mancavano le risatine tra le guardie di sottofondo. Una scena divertente eh?…

Ci hanno portato in questura e condotti in una stanza che li rappresentava tutti metaforicamente. La luce bianca e fredda dei neon rifletteva il clima intorno a noi. Abbiamo chiesto di poter andare in bagno. Anche questo è avvenuto a rilento. Seduta per terra inizio a sentire dolore alle gambe per i colpi ricevuti mentre il dolore al mio gomito aumenta. Dovevo farmi forza; avrei voluto piangere, ma non l’ho fatto perché quelle bestie non meritano soddisfazione. Niente sedie nella stanza bianca, seduta per terra per due ore su quel pavimento ghiacciato finalmente vedo una infermiera del 118. Un’altra ragazza ha il corpo a macchie violastre e nere come il mio. Se non fosse stato per un’infermiera determinata che si è imposta su una dirigente della digos saremmo rimaste in quelle condizioni per lungo tempo. Questa è stata forse la sensazione più terrificante che ho subito. L’indifferenza e il totale menefreghismo nei nostri confronti. Trascorso diverso tempo e dopo avermi foto segnalato e preso le impronte, sono riuscita a salire in ambulanza, nonostante tutti i loro tentativi di rallentare la procedura, riuscendo a portare con me il cellulare. Una volta giunta in ambulanza sono scoppiata a piangere. Avevo bisogno di tirare fuori la rabbia e il dolore contemporaneamente è stato il primo momento in cui mi sono sentita libera dopo diverse ore. In ospedale il calo emotivo della tensione era inversamente proporzionale alla preoccupazione per i miei compagni. Ero sola ma sapevo che c’erano i compagn* che pensavano a me. Non dimenticherò mai chi si è mosso per proteggermi dalla carica della polizia così come chi mi ha aiutato in questa dura vicenda. Di tutta questa storia conserverò per sempre la solidarietà ricevuta, gli abbracci e i sorrisi che ho ricevuto da chi come me ha subito una brutale repressione da parte delle forze dell’ordine e dello Stato.

Catene e vincoli della UE

Entro il 2018 i paesi dell’Unione dovranno decidere se inserire il Fiscal compact nei trattati UE. In Italia la discussione su questo passaggio è quasi totalmente assente e si rischia, come in altre occasioni, che le decisioni vengano prese senza alcun dibattito.

L'inserimento nei Trattati è quasi un vincolo permanente, Questi sono approvati all'unanimità ed rompere quei trattati richiede una atto di ribellione e di forza da parte dello Stato richiedente.
Chi pensa della riformabilità di questa Europa crede alla possibilità che gli asini possano volare.

Già nel 2013, su iniziativa italiana, il Financial Times aveva pubblicato il “monito degli economisti“, firmato da alcuni dei più noti economisti viventi, che descriveva l’unificazione monetaria come un esperimento destinato a implodere a meno di una profonda rivisitazione del quadro di regole, tra le quali quelle previste dal Patto.

Quel "manifesto" oggi è ripreso sollevando il monito e le conseguenze dell'inserimento del Fiscal Compact nei trattati europei