14 dicembre 2018

Faremo in fretta!





Faremo in fretta e passeremo in poche settimane dall'abbattimento alla costruzione!!!

Sembra ieri quando Toninelli, con la sua folta parrucca, si mostrava in tutte le TV ad annunciare i buoni propositi.
Oggi a distanza di mesi ancora non si è dato l'avvio ai lavori di demolizione, e neanche la data del 15 Dicembre sembra possibile. Si allontanerà ancora oltre la fine dell'anno.


Intanto anche la società Autostrade fa ricorso al decreto Genova, senza però chiedere la sospensione dei lavori. E' evidente , e non solo a loro dire, le illegalità e carenze e appigli legali di quel decreto.

Se solo fossimo un Paese Normale, queste cose non solo non avverrebbero, non solo un ministro qualsiasi prenderebbe l'attenzione mediatica raccontando evidenti o bugie o inesattezze, o promettendo evidenti cose inverosimili, ma se anche tutto questo potesse avvenire, quel ministro e quel governo e quei politici sarebbe già a casa e magari sotto le maceria di quel ponte a raccattar pietre e calcestruzzo!!!!
Questi e quelli precedenti!

49 anni fa.!


Fu per noi che facevamo militanza politica una mazzata. Un anarchico aveva messo una bomba in una banca a Milano facendo una strage.
E' fu questo che non ci quadrava , che ci mise subito in guardia. Poi ci fu il defenestramento di un altro anarchico Pinelli Ed allora la cosa divenne per noi certezza. Ma occorreva attrezzarci e allora dicevamo fare disinformazione. Sbuggiardare il potere, e dire come stavano andando le cose. E le cose cominciarono a quadrare non appena si scopri di Merlino infiltrato nella cellula anarchica dove militavano sia Valpreda che Pinelli. E fu dunque che si dette origine al progetto editoriale, che portò alla stesura del libretto Strage di Stato in cui si denunciavano i collegamenti con i colonnelli greci che dettero appoggio logistico e militare, le prove costruite ad arte contro Valpreda, la buffonesca messa in scheda del finto suicidio di Pinelli, l'intreccio fra agenti dei servizi segreti , non tanto poi segreti e cellule di fascisti di Fronte Nazionale , di Ordine Nuovo e cosi via. E gli omissis nelle indagini


Ma allora vi era passione politica, certezza da che parte era la ragione, mangiavamo da mane a sera solo pane e Politica. Avevamo la speranza di poter ancora cambiare il mondo e sconfiggere il potere solo con la forza della Ragione!

La Strage era di Stato! E Strategia della Tensione fu!


Il 12 Dicembre del 1969 esattamente 49 anni fa ci fu il battesimo di fuoco della Strategia della Tensione. Ideata dai consulenti della CIA, progettata dai servizi segreti poi definiti deviati, con l'aiuto di manovalanza di fascisti .
Una strategia che nonostante gli anni si è dimostrata ancora valida ed efficace.
Sono cambiati naturalmente i nemici fantoccio, prima era il pericolo rosso, adesso il terrorista mussulmano, sono cambiate le tattiche, gli strumenti, le tecniche, ma non la strategia ne il vero nemico da colpire che rimane sempre la contestazione e il dissenso delle masse verso il potere costituito. Ne i beneficiari che allora come adesso rimangono sempre la stabilità del potere, economico e finanziario e i rapporti di potere costituitesi.
Ogni volta la prima ad essere colpita è la democrazia, la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica , il sopraggiungere del terrore e la chiusura di ogni spazio di libertà e di partecipazione. La repressione non solo del dissenso praticato, ma solo anche ipotizzato, insomma.
In tutto questo, il mass media e la propaganda militante allora come oggi giocano un ruolo fondamentale.

Come si era già previsto!



Strasburgo, il killer è stato ucciso in un blitz delle forze speciali LʼIsis rivendica: "Era un nostro soldato"

Che se uno dice " ma che hai la sfera di cristallo?" Per la verità io pensavo che lasciassero passare un altro po di tempo, in modo da tenere calda la questione del "terrorista" in fuga e la polizia che lo cercava, Nella classica storia di guardia e ladri. Invece hanno affrettato la cosa
E la telefonata fatta dal fuggitivo? Anche questo un classico come i passaporti che in altri eventi si lasciavano dietro!
Che se uno che ha visto un film di genere sa che la prima cosa è far scomparire il proprio cellulare, e prenderne uno a consumo, irrintracciabile. Le "forze dell'ordine" invece a pochi minuti dall'attentato sapeva già nome e cognome e il cellulare da rintracciare.
E' questo terrorista cellula dormiente di organizzazioni terroristiche forte in tutto il mondo, dove trova rifugio? Nel suo quartiere abituale , conosciuto e riconoscibile da tutti!!!!
Si è dunque deciso di chiuderla qua, dopo appena tre giorni di tenuta mediatica
Evidentemente hanno già pronto un altro "evento" , e questo appena passato si stava esaurendo.
Classico pure la rivendicazione. Come quelle degli anarchici insurrezionalisti che hanno fatto scuola nella strategia della tensione.

13 dicembre 2018

La strategia è ormai chiara.


Io sgombero con le ruspe, Il mio spread di popolarità si alza , le proiezioni di voti aumenta. Per gli sgomberati, italiani e profughi, non do nessuna sistemazione, e li lascio andare. E dove potrebbe andare? Lo sgombero mica fa scomparire i
gli occupanti!
Questi a pochi metri di stabili vuoti ne trovano e li occupano. Dunque altre ruspe altri sgomberi. Lo spread di popolarità aumenta ancora e cosi i sondaggi di intenzione dei voti. Peer gli sgomberato, ancora una volta, non si danno assegnazione, e questi rioccupano ancora. E la ruota gira .
Alla fine della giostra i profughi continueranno ad occupare, e i voti di Salvini e company continueranno ad andare su.
Fino a quando?
Fino a che lui non sarà un leader incontrastato e poi si vedrà. Altro giro altra corsa!!!!

Furia francese e ritirata spagnola!!!


Non conosco in dettagli della nuova manovra presentata alla UE. Ma quello che non capisco ed appurerò è come si fa a dire che hanno abbassato il deficit preventivato da 2,4% al 2,04% che vale quasi 36 miliardi e dire che sia quota 100 che la Flat Tax e il reddito di cittadinanza sono riconfermate!!!
Allora due sono le cose.
O si aumenteranno le tasse , le accise, e i prelievi, e i tagli sociali su altri fonti per sopperire a quei 36 miliardi, e confermare le uscite per quelle promesse, oppure quelle promesse sono solo storie che ci racconteranno. Non c'è altra via d'uscita!
Ora non mi venite a dire che sono prevenuto con questo governo, perché questa è solo e pura logica contabile!

12 dicembre 2018

Quando Conte non conta. !!!


Salvini in Israele: 'Hezbollah terroristi. Si chiama sindrome di onnipotenza e questo lo ha già fatto uscire di senno! Le sue esternazioni ci porteranno nei guai , ancora di più di come lo siamo già!
O lo si ferma o lo fermeranno di sicuro! Perché fino a che sparla in casa nostra di fatti nostri, ingerenza non solo in affari fuori dal suo dicastero. e qui Di Maio e Conte , succubi, lo lasciano fare. Fino a che entra in merito a materie e compiti che spettano ad altri poteri come magistratura , compromettendo indagini in corso. Ha creato una rete di informatori nelle forze di polizia, e carabinieri, che gli riferiscono in tempo reale tutte le indagini in corso e per arrivare per primo per protagonismo e per prendersi meriti non suoi, continua a twittare come forsennato.
E fin qui cazzi nostri si potrebbe dire. Ma quando piscia fuori dall'orinare anche in casa d'altri senza un minimo indizio, prova, circostanza allora son cazzi per tutti noi, anche!
E fa rischiare anche quegli uomini che , come in questo caso, operano proprio a Sud nella missione Unifil
Qui , allora, questa volta si , visto che Conte non conta, che sia il caso che intervenga il Presidente della Repubblica. Se non lo fa allora liberi tutti!!!