21 luglio 2013

Saccomanni, mai ipotizzato vendita società pubbliche


E' incredibile, almeno a me pare incredibile, la velocità con cui uomini fino a ieri al di fuori della popolarità politica e del circo mediatico piu al a page si adeguano immediatamente al linguaggio, agli usi, vizi e tendenze dei più navigati loro colleghi. Dopo il più popolare " a mia insaputa, del "io non sapevo" traduzione del più noto linguaggio mafioso " Nulla saccio, nulla sentii, nulla vidi"  l'espressione più gettonata è la smentita. Ormai si può dire di tutto e il contrario di tutto e in meno di ventiquattro ore arriva irrimediabilmente la smentita. E' un trucco dei più esperti e navigati politicanti del nostro beneamato paese. Due sono le spinte ad un simile vizio o virtu a seconda dei punti di vista, anzi tre.
La prima è quella del butta la pietra e aspetto che effetto che fa. Se la cosa passa senza troppe polemiche è fatta. Si può dare ordini ai propri sottomessi esecutori di procedere.
La seconda è più banale e dettata da inesperienza, ingenuità, ansia dell'intervista degli iniziati. Presi dalla foga ci si lascia sfuggire senza freni il proprio pensiero , i proprio piu reconditi e mai esternabili pensieri. Ooops mi è scappata Come si rimedia? Smentendo nel più classico delle affermazioni. E' colpa della stampa, mi avete frainteso, avete estrapolato una frase da un contesto più complesso ed ampio. ecc ecc . Naturalmente questo deve avvenire nella compiacenza dei "giornalisti" intervistatori, i quali mai affermeranno il contrario, mai consegneranno la registrazione dell'intervista e cosi pasceranno tranquilli i primi e i secondi, in un abbraccio di mutuo e muto soccorso. Una mano lava l'altra e tutte e due lavano la faccia. A meno che l'intervistato e intervistatore facciano parte di bande partitiche in momentanea tenzone. Allora basta un po di batti e ribatti, si vendono un po di notizie, si fa un po di pubblicità aaggratis e poi tutto tace cosi come era nato.
La terza spinta è una derivazione della prima, con una variante piu a lungo termine. Si butta la pietra si aspetta la polemica già prevista, le proteste, la polemica prosegue, nel dibattito entrano altre voci, smentite e controsmentite se ne parla piano piano si smorza il vis della polemica e rimane il tema che diventa piano piano ordine del giorno politico, tema dell'agenda politica fino a che esce dall'attualità la polemica e rimane il fatto in se Quindi si può dare via all'operazione.
 Saccomanni , come esempio, anche lui un bocconiano, e te pareva, non ha perso un attimo nell'imparare la lezione. Si è adeguato immediatamente. Ora si tratta di conoscere quale delle tre possibilità è stata intrapresa, Ma ha davvero una importanza?

--