1 agosto 2013

precisazioni sul redditometro


Nel caso qualche grande evasore fiscale si potesse spaventare l'Agenzia delle entrate tiene a precisare che solo chi paga già le tasse sarà oggetto di verifica ed eventualmente da accertamenti in base alla media Istat e soggetto a pagare ancora di piu . Infatti l'agenzia precisa che oggetto della verifica saranno le

1) spese certe sostenute direttamente dal contribuente o dal familiare fiscalmente
a carico risultanti dall'Anagrafe tributaria o indicate dal contribuente stesso in
dichiarazione dei redditi;
2) le spese per elementi certi, ottenute applicando ai valori presenti in Anagrafe tributaria o, comunque, disponibili (come potenza delle auto, lunghezza delle barche) altri parametri ricavati per esempio da analisi degli operatori appartenenti ai settori economici;
3) la quota relativa agli incrementi patrimoniali;
4) la quota del risparmio formatasi nell'anno.

Che vuol dire in parole comprensibili al comune volgo?
Che chi dichiara esattamente quel che ha o percepisce sarà oggetto di verifiche , con particolare evidenza per chi commette qualche errore o sbaglio.( il grande evasore totale o elusore avvalendosi di grandi fiscalisti come ad esempio lo studio di Tremonti, mai potrebbe commettere l'errore di dichiarare quel che sarà pi oggetti di verifica ne tantomeno di dichiarare ciò che non corrisponde a quel che possiede realmente )
Cosa comporta tutto ciò?
Che i grandi evasori o elusori saranno ancor di più invogliati a dichiarare il falso, ad esportare le proprie fonti di patrimoni nei paradisi fiscali.
Fino a che non si capisce ( o meglio si capisce ma non si vuol adottare per evidenti interessi) che l'unica soluzione e la soluzione adottata da paesi in cui l'evasione è a livello fisiologico non ci sarà soluzione al problema ( problema?) Cioè fino a che per tutti i cittadini non sarà obbligatorio la dichiarazione dei redditi(abolendo la trattenuta alla fonte valido solo per i lavoratori dipendenti)  e a scaricare dal reddito imponibile  tutte le prestazioni e servizi a pagamento , cioè fino a che non si creerà quel benefico conflitto di interessi tutti gli interventi di questo o qualsiasi altro governo sarà solo al fine di far pagare di piu a chi già paga le tasse.