7 ottobre 2013

l'ipocrisia sui morti di Lampedusa


Lo schifo e il ribrezzo che ho provato in questi giorni ha raggiunto livelli, per me, da record. Mentre tutti piangevano i morti e si battevano il petto , i superstiti venivano incarcerati per reato di clandestinità, per "colpa" di una cultura razzista e xenofoba, e per mano della "costola della sinistra" Bossi e del "compagno" Fini , quello che voleva che i gay non potessero fare la professione di maestri. MA si dirà tempi che furono. Ora è finito il ventennio e una nuova pagina si apre. Intanto proprio in quelle ore il governo staccava un assegno di 226 milioni per finanziare la "nostra" guerra in terre straniere e fino a dicembre 2013. Proprio quelle guerre "umanitarie" che è una delle cause , non l'unica ma sicuramente la scatenante che porta migliaia di uomini, donne,, giovani e bambini a lasciare le loro terre e trovare , non speranza di vita, ma la vita stessa, altrove.
Insieme a Vecchioni dico " Io non appartengo più"  a questo tempo!