14 ottobre 2015

Corruzione: funzionario comunale e due imprenditori ai domiciliari

foto di Vecchia Talpa.

I due imprenditori facevano parte diuna filiere di aziende ognuno vicine a diverse aree politiche cittadine.
Il funzionario comunale aveva ricevuto 2 mila euro per fornire informazioni riservate per la gara d'appalto.
2 mila euro per farsi corrompere.

Questi i fatti.
Ora a parte lo strapparsi le vesti, l'urlare allo scandalo, occorre fare delle considerazioni. 

1) Tutti i partiti erano e sono invischiati nella spartizione di ogni appalto. Se tu vinci oggi, domani devo vincere io.. Questo non è qualunquismo, ma vedere la realtà dei fatti. In questa direzione va letto anche l'istituzione del dream team ( direttorio) per la spartizione del malloppo del Giubileo composto da 9 membri uno per ogni area di appartenenza partitica. 

2) Non sono solo i partiti e i politici i ladri. Ma la corruzione, il malaffare è diffuso e ha invaso ogni aspetto e angolo della vita pubblica.E' ormai una epidemia come il colera o la peste bubbonica. Non esiste assegnazione o attività fatta con danaro pubblico in cui non vi è malaffare, interessi privati, appropriazione indebita. Tutti possono essere colpiti e nessuno è immune. E' solo questione di quantità Un rapporto rischio/benefici. 

3) quel rapporto visto che il funzionario si è venduto per 2 mila euro, è determinato da un basso rischio visto che il beneficio è tanto basso. 

4) con questi presupposti e con questi fatti che si verificano per piccole assegnazioni di normale attività di manutenzione si pensi a cosa vi potrà essere con i lavori del Giubileo, in cui l'emergenzialità farà saltare anche quei minimi controlli normali ( e che comunque vengono già bypassati)