11 febbraio 2017

Non è solo questione di Stadio!

Ma Roma aveva proprio bisogno di uno Stadio? Ossia quell'area archeologica a pericolo inondazione era proprio necessario destinarla a parco divertimento e speculazione? 900 mila metri quadrati di terreno che era destinato a Parco verde pubblico? E di cui solo 80 destinato per lo Stadio
E le opere a carico del Comune, Ponte sulla Via del Mare, deviazione del raccordo con uscita dedicata , nuove linee del Bus. allungamento della Metro con nuove fermate dedicate. Tutto questo era proprio necessario e sopratutto utile?
Non v'era nulla di meglio e di più utile alla città e ai cittadini?
Perché le Olimpiadi NO ( giustamente) e lo Stadio Si? Eppure un milione e mezzo di tonnellate di cemento sono ben maggiori di quelli destinati per le Olimpiadi!.
E come mai non si è dato ascolto a architetti, ingegneri, urbanisti, archeologici che sconsigliavano quest'opera?
E se proprio occorreva farla quell'opera, perché non farla in un sito più idoneo, senza vincoli paesaggistici, con una vicinanza ai mezzi pubblici e di collegamenti anche ferroviari, come alla Romanina?


La risposta tutti la sanno, e negli anni i cittadini romani pagheranno cara questa scelta scellerata.
E poi dici che non son tutti uguali!!!