30 marzo 2017

E' un paese per i padroni!

Un’indagine Global 50 Remuneration Planning Report” della società di consulenza Willis Towers Watson ha analizzato la media della retribuzione annuale lorda delle prime 20 economie europee e ha messo l’Italia in fondo alla classifica (14° posto). E il risultato è ancora peggiore (17° posto) se si considera il potere di acquisto: l’alto livello di tassazione in Italia e l’alto costo della vita fanno sì che il potere d’acquisto di uno stipendio italiano sia notevolmente inferiore a quello della maggior parte dei Paesi europei compresi Paesi Bassi, Irlanda, Francia, Austria, e tutti i paesi scandinavi.
Ma già l’Eurostat, a fine anno, aveva evidenziato che la paga media oraria si ferma a 12,5 euro (la media europea è di 13,2) con un potere d’acquisto pari a 12,3 euro.
Peggio dell’Italia solo Spagna (9,8) e Portogallo (5,1) che però si possono consolare con un potere d’acquisto superiore.
Questo è un dato in linea di tendenza fin dal 2004, ma che ha avuto una accelerazione negli ultimi anni

Va sempre peggio, per lavoratori , e pensionati. Non parliamo poi per i giovani e meno giovani precari e senza lavoro
Ma è iniziato Amici di Maria e tanto ci basta!