12 febbraio 2009

Domani saremo più sicuri. Si...domani!!!!!

Con il decreto sicurezza la povertà diventa reato
 
Guerra ai poveri
 
Vietato manifestare
Cortei vietati in centro e ovunque ci sia gente
Cortei vietati a chi non potrà versare un mucchio di soldi di cauzione Dicono che saremo più sicuri… Noi ci sentiamo meno liberi
 
Vietato parlare
Con il decreto sicurezza chi dice la propria in modo troppo "vivace" su un giudice, un poliziotto, un vigile, un parlamentare, un ministro rischia tre anni di galera. Dicono che saremo più sicuri… Noi ci sentiamo meno liberi
 
Vietato scrivere
Con il decreto sicurezza, in un paese dove pochi potenti hanno in mano giornali, televisioni, radio, chi cerca la propria libertà scrivendo su un muro sarà perseguito dalla legge. Dicono che saremo più sicuri… Noi ci sentiamo meno liberi
 
Vietato opporsi
Con il decreto sicurezza se ti ribelli e lotti contro un sistema sociale ingiusto ti chiamano terrorista e fuorilegge: sedi politiche e centri sociali verranno chiusi, i siti internet liberi multati e oscurati. Dicono che saremo più sicuri… Noi ci sentiamo meno liberi
 
Guerra ai poveri
Pene più dure per chi occupa. In un paese dove pochi potenti si spartiscono i beni comuni, chi si prende una casa o mette un banco di strada è considerato un criminale. Con il decreto sicurezza la povertà diventa reato
 
Guerra ai poveri
Niente iscrizione all’anagrafe per chi vive in un posto senza idoneità abitativa. Per loro niente medico e niente scuola per i figli. I senzacasa saranno schedati dalla polizia. Con il decreto sicurezza la povertà diventa reato
 
Guerra ai poveri
Per i clandestini espulsione dal genere umano!
Niente cure o medicine per i senza documenti, perché ai pazienti che non li hanno non sarà garantito l’anonimato: medici e infermieri potranno a denunciarli. Con il decreto sicurezza la povertà diventa reato
 
Guerra ai poveri
Se uno straniero perde il lavoro perde anche i documenti. Se non se ne va viene condannato a una multa e poi rinchiuso in un CIE, una galera dove potranno tenerlo sino ad un anno e mezzo. Poi verrà deportato verso fame, guerra, disperazione. Con il decreto sicurezza la povertà diventa reato
 
Guerra ai poveri
Bande legalizzate di razzisti e fascisti gireranno per le strade indicando alla polizia i senza casa, gli abusivi, i tiratardi, gli stranieri poveri che vendono fiori e accendini. Nel ventennio le chiamavano squadracce, oggi ronde. Con il decreto sicurezza la povertà diventa reato