5 maggio 2011

Il paese dei scilipoti.




Lo spazio è stretto , la massa spinge. Giuseppe Galati e Mario Baccini reclamano i loro trenta danari  "Prendiamo atto che gli impegni assunti da Berlusconi, non sono stati mantenuti". Pronta la risposta del premier, che annuncia un ddl in Parlamento per superare la Bassanini (che fissa un tetto ai posti di governo) e annuncia la prossima nomina di dieci altri sottosegretari. Il gioco non ci favorisce? Cambiamo le regole del gioco! E che ce' vò!


Ma basterà? Il governo si dovrà industriare per trovare altri trenta danari....


Intanto è stata nominata la Lei, cattolica fedele e osservante a direttore della Tv di stato, varato il regolamento per la campagna referendaria in TV. Se non si eleggeva la prima non si approvava il     secondo. La legge del do ut des. Votata all'unanimità! Sarà stato un caso, un patto scellerato, o questa è proprio il massimo che di più non si può? Mah! 
La partecipazione dei votanti ai referendum misurerà la febbre del malato. Altrettanto sarà l'astensione alle elezioni.
Staremo a vedere!


I lavoratori della ex Bertone soli, abbandonati da tutti, dai buoni e dai brutti, hanno deciso per il si., Si fate di noi quel che vi pare!
Piuttosto che morir di fame, vendiamo l'anima al diavolo. I nuovi lager nazisti si moltiplicano. Là Aushwitz, Dachau, Buchenwald, qui Pomigliano., Mirafiori, Bertone. Li la perdita dell'umanità aveva raggiunto il massimo, qui “scusate il disagio, stiamo lavorando per voi.” La Fiom ha gettato la spugna per Know out. E mentre La Camusso banchettava con la Marcegaglia e la CGIL tesseva il filo della resa con CISL e UIL , le RSU della FIOM dovevano sopportare il peso di una montagna , con figli a carico! E' il prezzo del progresso. In fondo la crisi la dobbiamo pagare tutti. Siate responsabili. Non siamo tutti nella stessa barca! Il Paese Italia lo richiede. I tempi delle vacche grasse ( per noi) son finiti. Ora dovrete cominciare a fare ( voi) sacrifici per uscire dal tunnel e continuare verso la strada del progresso e della prosperità. Sacconi, Brunetta, Ichino, Fassino, festeggiano.