6 luglio 2013

Notiziario dal Mondo del Lavoro 5/7/2013



 
Palermo, lavoratori Gesip in piazza: traffico bloccato
  Una vertenza infinita quella di Gesip, la società di servizi del comune di Palermo. I lavoratori sono scesi di nuovo in 
 
Sciopero della fame a Montecitorio
Digiunare non stanca se lo scopo è quello di far andare via le antenne da San Silvestro. Stavolta ai residenti si aggiungono i parlamentari del Movimento 5 Stelle

Ue sblocca 8, 6 milioni per ex lavoratori Merloni e Agile
  Bruxelles, 5 lug. - L'Unione europea ha sbloccato i pagamenti di 5 milioni di euro per i lavoratori in esubero del gruppo produttore

Caserta, sciopero Indesit: in piazza la paura del futuro
Lo sciopero annunciato già da qualche settimana segue l'incontro avvenuto fra il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato e i vertici dell'azienda. Gli

Natuzzi passo indietro 
 POTENZA – Natuzzi ha deciso «il ritiro» della mobilità per 1.726 dipendenti – annunciata nei giorni scorsi – mentre il Governo ha reso noto di

Crisi, Italcementi di Salerno: temono i lavoratori 
I lavoratori, già in cassa integrazione dal mese di gennaio, chiedono un impegno della politica e questa mattina i delegati

Verso lo sciopero. Sindacati dirigenza Ssn raccolgono firme per sblocco contratto - 
 Le organizzazioni sindacali promotrici dell'appello consegneranno le firme al Ministro dell'Economia lunedi 22 luglio in occasione

Fiat di Nola, il 14 luglio scade la cassa integrazione per 286 operai -
 Operai Fiat. Per i 286 lavoratori del reparto logistico Fiat di Nola il 14 luglio scadrà la cassa integrazione. "Il polo si appresta a diventare

Caso Scm, lavoratori uniti: occupazione ad oltranza - 
 L'assemblea, infatti, ha deciso non solo di portare avanti l'occupazione ad oltranza del sito fino alla soluzione della vertenza, ma, dal

De Tomaso, cassa integrazione prorogata per altri sei mesi - 
  l'accordo sugli ammortizzatori sociali. De Tomaso, cassa integrazione prorogata per altri sei mesi. Torino – È stata prorogata per altri sei

Aster, lavoratori in piazza -
 I lavoratori chiedono anche «maggiore chiarezza» sul futuro occupazionale, alla luce della “spending review”, ricordando che in dieci anni i dipendenti sono calati del 30%, anche se non