13 agosto 2013

Facile previsione


I segnali ci sono tutti. Le avvisaglie pure. Quindi dire che è una previsione è un eufemismo. Tutti lo sanno, ma nessuno ha il coraggio, ora, di dirlo. Ma si prepara il terreno. I mass media si sono scatenati, a far si che quando arriverà il comunicato tutto apparirà come "naturale", "scontato" Di cosa parlo? Ma del problema del giorno, del problema dei problemi per milioni di lavoratori, ex lavoratori, ex ceto medio, giovani, donne , meno giovani e maschi. Berlusconi può avere l'agibilità politica?
Può un condannato per frode fiscale, non per aver partecipato ad una manifestazione di protesta , non per furto o per rapina, ma per frode fiscale , milioni di euro sottratti con frode ed inganno ed ingegno alle casse dello Stato,  essere privato dell'agibilità politica? Ma è il dubbio amletico che tormenta tutti i nostri saggi ed integerrimi politici e persino della massima carica istituzionale, è :" può un criminale del genere essere privato di un diritto sancito dalla fiducia di milioni di italiani?" E come se un grande boss della camorra, un capo paranza, potesse essere scagionato dei suoi crimini , perché gli abitanti del suo quartiere , affiliati, da lui foraggiati, pagati, ingenui e parenti,  hanno in lui fiducia( e interesse) e non vogliono che vada in galera.
Quale è la previsione?
Che con motu proprio Napolitano sancirà un qualche marchingegno giuridico oltre che cavillo istituzionale per cui Berlusconi potrà continuare a fare il leader politico anche persino nelle istituzioni, in barba a leggi e regolamenti , persino in dispregio di logica di "senso comune"( in senso gramsciano), in cambio della sopravvivenza del governo Letta e delle grande intese. E tutti grideranno e strombazzeranno al senso di maturità, al senso di grande equilibrio e magnanimità.
E ai lavoratori e ai disoccupati, giovani e meno giovani si potrà dire:
Ben vi sta! Più vi fate pecore piu vi bastoneranno!