24 novembre 2013

Il sindaco Doria: si poteva senza sciopero


Ma è incredibile! Certo che si poteva senza scioperare e far perdere soldi ai lavoratori e recare disagi ai cittadini!. Certo che lo si poteva fare senza scioperare!. Allora perché la giunta ha proposto le privatizzazioni e il risanamento prendendo soldi all'interno dell'azienda? Il che voleva dire licenziamenti o aumento dei carichi di lavoro?
Se si poteva fare e l'accordo lo prevede perché allora non si è fatto prima? Forse è giusto, (come lo penso anch'io, e come temono i lavoratori) che gli accordi non saranno rispettati. Ormai la fiducia nei politici e nelle istituzioni è sotto zero. Giustamente ed evidentemente. Che i lavoratori devono controllare direttamente che vengono rispettati tutti i punti dell'accordo, è evidente Ma "l'esigibilità" degli accordi è stato sempre un punto caldo di tutti gli accordi. Ed è una questione che interessa chi in quegli accordi fa un passo in avanti. Ieri( ma molto ieri) era un problema dei lavoratori ( gli accordi in generale erano sempre migliorativi) oggi è una pretesa degli imprenditori ( alla quale legano la rappresentatività dei sindacati) E' questo, secondo me, un punto fondamentale dell'accordo raggiunto. Se salta un punto salta tutto l'accordo.
I lavoratori di Genova hanno così dimostrato che stanno avanti anni luce, rispetto a qualsiasi sigla sindacale, qualsiasi "sinistra critica o radicale" che sia Hanno condotto una battaglia ( da soli e contro tutti i mainstrem embedded) che dovrà essere punto di partenza e di riferimento per tutti i lavoratori , sindacalismo di base e sottobosco sinistrorso . No alla privatizzazioni e niente sacrifici per i lavoratori. I risanamenti si dovranno ricercare altrove.
Una lezione anche ai vari amministratori più o meno appartenente alla boscaglia piddina e allo stesso PD. Non esistono governi amici per i lavoratori e tutti i politici, navigano sulla stessa barca . La nostra scialuppa è un altra!