27 novembre 2013

L'allarme : "Impossibile garantire la sicurezza"


110.000 poliziotti,
118.000 carabinieri,
68.000 finanzieri,
 48.000 “agenti di custodia”,
8.500 forestali,
106.000 militari dell'esercito,
31.000 della Marina,
44.000 dell'aeronautica.
______________________
 Un totale di 352.000 addetti alle “forze dell'ordine” e 181.000 “militari” veri e propri.

Una pletora di uomini, mezzi adibiti sempre piu alla “difesa del potere multinazionale”, dei palazzi del potere e sempre meno al "  ruolo tutelare al “servizio del cittadino”. A partire da Genova 2001 , persino la Guardia di Finanza è sempre piu adibita a "Servizio d'ordine" piuttosto che a ricercare i grandi evasori e le schifezze dei bilanci delle grandi imprese. Sempre meno ai ruoli costituzionali per i quali sono stati istituiti e sempre piu a protezione , per la difesa della classe. Veri mercenari, provenienti dalle classi meno ambienti, dalle zone del paese piu povere e inquadrati sia per bisogno che diventa ideologia fascista a difesa dei loro nemici di classe "di fatto".
Ora il capo della polizia Alessandro Pansa solleva un allarme,  " Non vi possiamo piu salvaguardiare" Amplificato e fatto proprio dal giornale scalfariano, timoroso che da questo fronte potrebbero venire delle defezioni, delle crepe.
Ma salvaguardare chi?
 Unico fronte non facente parte dei palazzi, ma che è a salvaguardia dello stesso. Fin'ora i privilegi, le indennità, le regalie, le coperture, le omissioni sui soprusi , le impunità sulle violenze gratuite perpetuate da questi corpi , sopratutto durante il servizio di Ordine pubblico, li hanno tenuti buoni. Mentre per gli altri lavoratori "normali" veniva decurtato salario e pensioni a questi "lavoratori" veniva lasciato il due per uno, l'abbuono a 35 anni di servizio, il diritto alla pensione con minimo 6 anni di contributi,  la regalie degli ultimi cinque anni di servizio, le indennità che vengono conteggiate sul computo ai fini pensionistici e cosi via discorrendo. E mentre per la Sanità, per la Scuola, per tutti gli altri comparti della Pubblica amministrazione vengono falcidiati dai licenziamenti agli ufficiali dell'esercito viene concesso lo "scivolo d'oro" .

Le grida d'allarme del capo di Polizia è credibile? Non metto in discussione che dal punto di vista dei mezzi e delle attrezzature in dotazione qualche problema vi potrebbe anche esserci. Ma è la carne da macello che serve al potere e alla sua difesa. E se anche sono dei lavoratori "privilegiati", sono pur sempre dei salariati che fanno una vita e un lavoro di merda. Ma spetta a loro non grida d'allarme, ma prendere coscienza di chi sono? per chi prestano la loro forza lavoro, al servizio dei cittadini o al servizio di chi affama i cittadini e loro stessi? Quando picchiano i manifestanti, loro fratelli, amici, sorelle e figli stanno contribuendo a dare loro una speranza , stanno dalla loro parte o stanno partecipando alla carneficina e alla mattanza?
Fino a che non si porranno questa domanda e non si saranno dati una risposta non avranno comprensione ne solidarietà.
Che gridano pure, che lancino allarme. Rimarrò solo una questione solo fra servi e padroni. Non ci riguarda!