2 dicembre 2013

Questo è lo specchio della politica



Su molti giornali , blog, e news in rete le parole di elogio verso il V-Day genovese di Grillo si sprecano. E tutti a sottolineare quei passaggi velatamente di "sinistra", qualche frase smozzicata , qualche passaggio veloce dal sapore vagamente di "sinistra" E sufficiente questo per i nostri commentatori e redattori per far assurgere il nostro comico come ad un vero politico. Viene d'un sol colpo dimenticato tutto quello che di razzista, sessista, populistico e di demagogico, passato in secondo piano.
Tutto quel che si coglie è quello che si vuol sentire. In questo Grillo e Casaleggio sono maestri, sono geniali. Non c'è che dire. Perché hanno capito che la gente vuol ascoltare quel che gli fa piacere di sentire e loro spargono a piene mani un po di qua e un po di la  sorvolando a volo d'uccello, anzi d'aquila , senza entrare nel merito altrimenti si dovrebbero smentire e cosi accontentano un po meno. Questo è il merito , uno dei motivi per cui le piazze sono gremite. In quella piazza c'è di tutto. Dal giovane precario , alle partite d'iva . al bottegai, all'imprenditore, al cognitario,pensionati, all'operaio, all'impiegato, maestro, insegnante ecc ecc E loro hanno una parola buona per tutti loro.Ascoltano quel che vogliono sentire, sorvolano sui passaggi  che a loro fa meno piacere o dovrebbero, sulle contraddizioni dei loro discorsi. Per esempio. Il sentire della GGGente l'idiosincrasia per gli occupanti del palazzo del potere si riversa persino sui giovani parlamentari grillini. Nessuno sul palco; solo lui e Casaleggio, tutti in fondo alla piazza. E nessuno vede in questo una contraddizione, ma solo un appagamento della loro repulsione per i politici. Vogliono entrarci nel plazzo delpotere, ma al contempo tenersi alla larga, non sporcarsi.
Alla GGGGente non importa la contradizione fra il suo dire e il suo fare. Perché sono di pancia non di mente. Chiede l'impeachment di Napolitano sapendo che in Costituzione (che loro vogliono che sia rispettata alla lettera) , la stessa Costituzione ne vieta la possibilità. Chiedono il referendum per l'Euro sapendo che la stessa Costituzione, sacre scritture da loro affermato, ne vieta la possibilità.
E un dire tutto e il contrario di tutto per accontentare tutti e scontentare , apparentemente, verbalmente, enfaticamente tutto ciò che epidermicamente è rifiutato.
E in questo Grillo non è diverso da tutti i politicanti che da almeno quarant'anni hanno calcato il proscenioo del parlamentarismo e non. Non è che la loro "narrazione" sia stata tanto piu coerente e lineare rispetto al racconto grillino. In questo il grillino è coerentemente embedded al sistema. Se non ci fosse lo dovrebbero inventare e forse è stato fatto proprio questo. Il sistema (inteso come il coacervo di forze e poteri oggettivamente alleati verso un fine comune) lo ha contestato, rifiutato, denigrato, insultato, portato alla ribalta, enfatizzato, osannato proprio perché deve rappresentare una alternativa teorica, una opposizione che deve dar forza al suo contrario. D'altronde lo stesso Grillo lo ha detto, in un momento di lucidità nel mezzo del fiume delle sue interlocuzioni. Se non ci fossimo noi ci sarebbero i forconi. Si proprio così . Se non ci fosse Grillo la GGGente avrebbe potuto più velocemente prendere coscienza e passare dall'inebetetismo all'azione.
Questo è il massimo che ci passa il convento! Si arriverebbe a dire. Questo è lo stato della politica, Tant'è che sui giornali lo hanno definito non più un comico ma ormai l'unico politico in Italia L'unico che fa politica.
Se questo fosse vero, se questo ci vogliono far credere allora o abbiamo una visione e un sentire la politica diverso oppure che brutta fine ha fatto la politica.
Com'è caduta in basso. Ormai non c'è speranza.