28 marzo 2014

E' stata solo una parentesi populistica


La lettura dei giornali cartacei e non , le news insomma, dovrebbero essere libri di testo per gli studenti di scienza dell’informazione e di tutti/e coloro che vorrebbero intraprendere il mestiere/professione di tecnico dell’informazione. Un modello all’incontrario, tutte le cose che non si devono fare se si vuole fare informazione vera.

Tutti all’unisono hanno decantato con iperbole da ideologismo idealizzante gli incontri , i colloqui, le passeggiate romane del presidente Obama. La sua ignoranza da capra ( direbbe l’acculturato Sgarbi) quando ha paragonato millenni di storia , il Colosseo, ad un campo da baseball quando ha apprezzato il dinamismo del suo suddito Renzi( carne fresca l’ha definito, no sangue fresco, pardon) e soprattutto quando ha trattato il paese Italia come alleato ed amico. Ma dov’era quando i suoi servizi segreti, hanno spiato e tutt’ora spiano magistrati, politici, uomini di Stato del paese “amico”? Ma soprattutto il massimo si è avuto quando ha bacchettato senza veli il suo scodinzolante suddito Renzi. “Non ti far venire in mente nemmeno per l’anticamera del cervello di rinunciare all’acquisto degli F35, non solo, ma devi allargare la spesa per gli armamenti, USA , naturalmente, altrimenti che ho messo a fare in piedi l’affaire Crimea?” Vi ricordate le armi di distruzione di massa in mano a Saddam? Una balla grande come una casa. Bene ora quello della Crimea lo è altrettanto , ma ancora , se fosse ancora possibile, di più. Obbedisco, ha risposto seduta stante lo scodinzolante suddito. Ma non ci penso nemmeno , anzi ho già dato disposizione ai miei generali  di acquistare già i pezzi di ricambio per gli F35.  Infatti in un altro luogo, i generali della difesa firmavano i contratti per  50 milioni di euro per una prima rata dei pezzi di ricambio dell’8° e 9° lotto.( lotto di produzione LRIP-9 )  E il sottosegretario Domenico Rossi fa sapere all’Agenzia europea di difesa, che entro fine anno sarà pronto il "libro bianco" della Difesa per "individuare le reali esigenze di tutti i sistemi d'arma" nel quadro delle alleanze, documento che - "insieme all'indagine conoscitiva del Parlamento" - "permettera' di definire le esigenze quantitative dei vari sistemi, tra i quali gli F35". Tradotto in "italiano" vuol dire che il taglio nell'acquisto degli F35 non c'è.

Una cosa è quel che dico, e un’altra è quel che faccio. Gli ha sussurrato ad un orecchio. Perché noi siamo per la crescita e per il lavoro ai giovani. Hanno detto all’unisono. E la corsa agli armamenti consente sia crescita ( de che’ non lo si dice) sia lavoro ( precario e “de merda”) per i giovani.
E’ questa la strada che Obama è venuto a dire agli europei e all’Italia , da sempre suddito fedele e silente. Facciamo come è stato fatto negli anni 30-40 del secolo scorso. Si esce dalla crisi solo attraverso quello che viene chiamato il Keynesismo della guerra. Non certo la guerra guerreggiata, ma le schermaglie , una botta qua in Libia, una in Egitto, una in Siria e vogliamo escludere il nemico per eccellenza? La santa madre Russia?
Le han provate tutte in Europa. Dal sillogismo che è l’offerta che produce la domanda , all’austerità come motore di sviluppo e alla crescita altra dicotomia evidente e palese ma resa mantra fino a diventare sacra verità rivelata.
Ora gli Usa mettono tutti i piedi per terra e impartiscono la lezioncina. E’ solo con la corsa agli armamenti e con il finanziamento all’industria di guerra( la nostra) che si esce dalla crisi. Voi acquistate le nostre armi e sistemi di guerra , noi come ricaduta vi daremo in appalto qualcosina. E vi sarà crescita per tutti. La nostra per primo e poi voi vi agganciate!
Infatti gli USA  entro il 2015 ha annunciato di investire 159 Miliardi di Dollari, una cifra ben superiore ai budget di Inghilterra, Francia e Germania messi insieme(http://it.ibtimes.com/articles/62201/20140204/russia-cina-spesa-difesa-militare-crescita-globale.htm#ixzz2xFlTJciB) e corsa agli armamenti non vede in secondo piano né Russia né Cina. Nei piani della geopolitica l’uscita dalla crisi passa attraverso la corsa agli armamenti.
E l’Italia, e i politici italiani Renzi in testa, è un piccolo granello, debole e senza spina dorsale per opporsi a tutto questo. Altro che riduzione o abbandono degli F35. Fra un po’ scomparirà anche dal vocabolario e dal lessico renziano , questa parentesi populistica.

Ma di tutto questo negli  italioti giornali italiani non troverete traccia. Nemmeno col lumicino!