3 marzo 2015

Istat, disoccupazione giù a gennaio Ma nel 2014 è stata da record: 12,7%



Come al solito soffia un vento e lo fanno apparire come tempesta. Siamo nel bel mezzo di una bufera e la considerano solo un venticello di primavera.
Hanno strombazzato e continuano a strombazzare come cornacchie per un 0,1% di calo di disoccupazione ( che vuol dire solo che lo 0,1% di potenziali lavoratori hanno ripreso a inviare curriculum vitae e hanno cercato lavoro nel mese precedente alla settimana di rilevazione ISTAT), e hanno dimenticato di dire che anche l'anno 2014, l'anno della ripresa e del sole che si sarebbe dovuto intravvedere fra le nuvole del temporale ( il tunnel è ormai troppo sputtanato)  è stato un anno da record negativo e solo il 1977 è stato peggiore.
E non rilevano che i dati stagionali, e congiunturali non determinano un cambio di tendenza e che i dati statistici hanno valore e peso solo nella visuale di medio lungo periodo.
Anche a Marzo 2014 vi era stato un aumento dell'occupazione, dato che aveva fatto fare l'ennesima figura di merda a Renzi il quale aveva affermato , e a cui avevano fatto coro le sue ragazze pon pon, che erano aumentati i posti di lavoro. Mistificando occupazione e posti di lavoro che sono due cose molto diverse rispetto alle rilevazioni Istat e rispetto a quello che termini lasciano intuire. E poi il risultato del 2014 a distanza di un anno!.
Io e noi tutti speriamo che l'economia , quella vera quella che parla di posti di lavoro , vada meglio. Ma siamo anche convinti che non è con la speranza e la Provvidenza che farà cambiare il corso della storia!