18 novembre 2015

Stranezze inaspettate


Forse pochi sanno che nel 2009 il futuro comandante dell'ISIS, Abu Bakr al-Baghdadi, venne rilasciato dal campo di detenzione americano di Camp Bucca in seguito al parere di una commissione che ne raccomandava il "rilascio incondizionato" e immediato
Secondo la testimonianza di alcuni ex-internati, il campo era un vero e proprio centro di indottrinamento e addestramento per terroristi, con classi dedicate all'apprendimento delle tecniche per costruire autobombe o perpetrare attacchi suicidi. Sul finire dello stesso anno il comandante delle forze statunitensi in Iraq, il generale Ray Odierno, ha dichiarato che l'ISIS“si è trasformato significativamente negli ultimi due anni. Quello che una volta era dominato da individui stranieri è ora diventato sempre più dominato da cittadini iracheni”.
Il 18 aprile 2010 i due principali capi di ISI, Abū Ayyūb al-Maṣrī e Abū ʿOmar al-Baghdādī, vennero uccisi in un'incursione irachena e statunitense vicino a Tikrit. In una conferenza stampa del giugno del 2010 il generale Odierno ha riportato che l'80% dei 42 principali capi dell'ISI, inclusi reclutatori e finanziatori, sono stati uccisi o catturati,
Inaspettatamente il 16 maggio del 2012 Abū Bakr al-Baghdādī fu nominato nuovo comandante dello Stato Islamico dell'Iraq. Al-Baghdadi ricostituì l'alto comando del gruppo, decimato dagli attacchi, affidando incarichi a ex militari e ufficiali dei servizi segreti del partito Ba'th che avevano servito sotto il regime di Saddam Hussein. Questi uomini, molti dei quali già prigionieri delle forze americane stranamente immediatamente liberati, arrivarono a costituire un terzo dei venticinque più alti gerarchi di al-Baghdādī.
Uno di loro era l'ex colonnello Samīr al-Khalifāwī ( anch'esso prigioniero degli stati uniti e anch'egli liberato) , anche conosciuto come Ḥajji Bakr, che ebbe l'incarico di supervisionare le operazioni del gruppo
Ma lo coincidenza continuano.

A studiare le vicende del gruppo terroristico non solo ISIS , ma di tutti quelli nati sotto l'egidia del fondamentalismo islamico si comprendono molto coincidenze e strane combinazioni.