18 agosto 2016

Le nuove forme di sfruttamento.

 

Molti comuni e sindaci lo fanno passare come salario sociale ,o reddito di cittadinanza.
Lo chiamano reddito , ma è solo sfruttamento, ci aggiungono cittadinanza , ma è solo emarginazione
Tutti ne parlano , ma ognuno ne da una sua interpretazione. Alla fine con quel termine si identifica una nuova forma di sfruttamento.
Si concede un compenso da fame ( al massimo 500 euro) ma sei obbligato a fare tutti i lavori più umilianti e che nessuno vuol fare. Li chiamano lavori socialmente utili, ma in realtà sono lavori a basso salario e che nessuno vorrebbe fare .

Basta che rinunci una sola volta , declini e sei escluso. Senza contratti, senza ferie, ne malattia, ne assistenza sanitaria, nè infortunio etc etc.
E si fanno passare anche come sindaci moderni e progressisti, attenti alla socialità e all'umanità.
E a chi fa notare che è una forma di mistificazione e di camuffamento di una pratica antica come il mondo ti rispondono "Allora preferisci che bighellonano e che non facciano nulla, che rubano e stuprano le "nostre" donne?"