10 novembre 2016

Pesi e contrappesi


Un dato certo è uscito dalle elezioni americane. Il giorno stesso si è saputo chi ha vinto e chi ha perso. Ma a parte l'affluenza circa il 35% degli aventi diritto, la Clinton pur avendo avuto la maggioranza dei voti circa il 48% dei voti contro il 47% di Trump, ha perso le elezioni!
( forse per questo che c'è stata la marcia dei cittadini dicendo che Trump non era il loro presidente?)
Eppure dicono degli USA un paese democratico, un modello di democrazia!
Certamente, quindi, non sono le elezioni ne il modo con cui si fanno i presidenti che fanno di una nazione un paese democratico a meno di destrutturale il termine democratico. Demos da Cratos
Gli USA rimane un paese quindi a democrazia quasi compiuta , a mio avviso, perché esiste un conflitto di poteri
Un bilanciamento ed un equilibrio precario fra pesi e contrappesi. Come diceva che doveva essere Montesquieu
La Stampa in questo ha una forte influenza . E' il cane da guardia del potere (non dei cittadini), ma per impedire che il potere sia troppo potente tanto da sopraffare il proprio di potere!
Cosa che non è mai stato nel nostro paese, semmai il contrario.

Semmai sono stati i poteri della magistratura e delle opposizioni nelle istituzioni che per un certo periodo hanno in qualche garantito quel bilanciamento .
Il soffocamento di questa contrapposizione, per alcuni periodi nel nostro paese, ha corrisposto un soffocamento delle libertà di tutti noi (come nei periodi di crisi, Compromesso Storico, Anni di Piombo etc etc)

Con la DeForma verrà spazzata via anche quest'ultima ancora di salvezza e la mancanza di pesi e contrappesi sarà istituzionalizzata per sempre.