6 maggio 2017

La guardia costiera libica conferma.???

La guardia costiera libica conferma.
****Le ONG non governative incrementano il flusso migratorio.
Fanno credere ai migranti in Libia che verranno comunque soccorsi e questo li spinge a imbarcarsi aggravando la crisi****


Analizziamo l'intervista al capo della Guardia Costiera libica per la regione centrale, Rida Aysa, da parte di Aki-Adnkronos International e poniamoci alcune domande


**Chi incrementa le aspettative sono le ONG non governative.**
Non quelle sotto il controllo del governo. Eppure entrambe dovrebbero salvare vite. Come mai le une si e le altre no?
Forse perchè quelle governative provvedono ad una selezione preventiva, sul mare, mentre la barca affonda? O salva fino ad un certo numero e poi basta?
Non si capisce.


**Fanno credere ai migranti in Libia che verranno comunque soccorsi **
Certo! Perché è una regola fondamentale per chi è in mare, valida in tutte le acque del globo. In mare chi è in pericolo va sempre e comunque soccorso e salvato. Il contrario viene punito dalle leggi internazionali del mare. Oltre ad essere una regola umanitaria
Non è una speranza ,, una credenza, ma un obbligo!

Ma dov'è allora la conferma delle accuse fatte dal Procuratore e da certi politicanti?

Non è invece la stessa logica di Luttwak famoso agente della CIA che affermò in una trasmissione televisiva che Amnesty era in combutta con i guerriglieri di Al Queda perché salvava loro la vita e questi potevano continuare a combattere!