13 maggio 2017

La logica della Serracchiana


Dietro l'esternazione della Serracchiana c'è tutta una ideologia e traccia il percorso di deriva di quel che pomposamente si suol definire democratico. Non parliamo poi di "sinistra" più o meno con il trattino con "centro"
Che tra l'altro non è solo sintomo di quel partito, ma dell'ideologia dominante che è diventato senso comune.
Al di la se il reato è lo stupro o meno, ma il percorso logico che sta dietro quell'affermazione, che tra l'altro è stato anche specificato, dalla Signora è che se ha stuprare è un immigrato il reato è più grave.
Ma estendendo il concetto, Perché solo il reato di stupro?
Si arriva a definire così logico che qualsiasi reato commesso da un immigrato è più grave Insomma una giustizia a due vie.
Se a commettere il reato è un immigrato vi è da applicare "l'aggravante immigrazione" E andando ancora nel ragionamento questa aggravante la si potrebbe applicare a diverse altre categorie, conformazioni, declinazioni. Tutte quelle che la "maggioranza" può definire estranea all'appartenenza al "comune senso civile"

Naturalmente la Signora se fosse interrogata risponderebbe che lei, "nonsiamai", è una razzista tanto meno xenofoba. Ha tanti amici "negri" ed "extracomunitari" E compra sempre la roba del Vù cumpra sotto casa.
Ma questa logica non è forse alla base dell'ideologia razzista e xenofoba?