10 febbraio 2018

il "senso comune" supportato dai numeri!

Si lo so , raccontare della Meloni, e delle sue sparate è mettersi sul suo stesso piano. Ma questa la voglio raccontare lo stesso , perché non è una caratteristica solo della Meloni, ma accomuna tutti i politici di questi ultimi lustri e il mantra del "senso comune" dominante.
Naturalmente parla di migranti e di incidenza di reati da questi commessi. Lei , leggendolo da chi sa quale sociologo o da quale studio statistico, afferma che i reati commessi da questi ultimi, vanno rapportati percentualmente rispetto al loro numero di presenza nel paese e tira fuori un dato che parla dell'oltre il 40% degli stupri commessi dagli immigrati, del 50% dei furti e rapine , e via sciorinando numeri a ruota libera!!!!
In realtà i numeri non sono errati, ma è la conclusione politica che se ne trae che è da criminali.
Perché è come se si dicesse che la percentuale di furti nelle case e le rapine nei negozi li commettono in percentuale di più chi è povero e indigente rispetto a chi è ricco ed agiato ( che però commettono altri tipi di reati)

Come si vede, conclude il politico ( la Meloni in questo caso) i numeri parlano chiaro. Non sono io che sono razzista,ma sono loro che sono un problema. E finiamola con questo buonismo!!!! ( applausi in studio!!!) Naturalmente da parte della giornalista nemmeno un sintomo di reazione!!!