26 novembre 2010

Approfondimento dal Mondo del Lavoro



PROCESSO THYSSENKRUPP: UDIENZA DEL 26 NOVEMBRE
Mentre sui quotidiani appare la notizia che i sindacati confederali hanno 
chiesto un incontro agli Enti locali per fare il punto sulla ricollocazione 
dei trenta lavoratori della Thyssenkrupp per i quali scade a fine anno la 
cig in deroga, l'udienza odierna  - che si apre alle ore 9:50 in un'aula 
semi deserta, dove brilla per la sua totale assenza la stampa borghese e 
reazionaria - si incentra sull'ottava parte della requisitoria del pm, 
questa volta affidata alla voce della sostituta Francesca Traverso.
Dopo che nella scorsa seduta si erano prese in considerazione le posizioni 
dei tre 'executive members of the board', oggi vengono sviluppate le stesse 
tematiche riguardo gli altri tre imputati - questi dei reati di 'incendio 
colposo' e 'omicidio con colpa cosciente': il direttore dello stabilimento 
di Terni, ingegner Moroni; il direttore dello stabilimento di Torino, 
Raffaele Salerno; l'Rspp di Torino, Cosimo Cafueri.
Anche in questo caso emerge chiaramente - dall'analisi dei testi della 
corrispondenza intrattenuta tra loro dai vari imputati, e dalla lettura di 
parte delle trascrizioni delle testimonianze rese nel corso di questo 
procedimento - il criminale comportamento degli stessi, che nulla fanno in 
materia di misure antincendio, posticipando gli interventi necessari ad un 
momento successivo al trasferimento degli impianti da Torino a Terni.
Intanto si allarga la dimensione del procedimento connesso con questo: nel 
corso dell'udienza, la pm chiede che gli atti riguardanti il capo del 
personale di Terni e Torino, il dottor Ferrucci, vengano trasferiti per 
procedere contro di lui in merito al reato di 'falsa testimonianza'.
Prossima udienza martedì 30 novembre.
Torino, 27 novembre 2010