14 aprile 2011

PERCHÉ L’ISLANDA HA VOTATO ‘NO’ AI DIKTAT DELLE BANCHE CREDITRICI

 
DI MICHEL HUDSON
globalresearch.ca

Circa il 75% dei votanti islandesi ha dimostrato sabato di voler respingere la proposta del governo composto da Verdi e Social-Democratici di pagare 5,2 miliardi di dollari alle agenzie assicurative britanniche e olandesi per il collasso di Landsbanki e di Icesave. Tutti e sei i distretti elettorali islandesi hanno votato per ilno’, con una percentuale nazionale del 60%, in calo dal 93% del gennaio 2010.
Il voto ha riflesso la diffusa convinzione che i negoziatori del governo non sono stati abbastanza vigorosi nel perorare il caso legale islandese.
La situazione ci ricorda il groviglio del debito tra gli Alleati dopo la Prima Guerra Mondiale.....segue.=>...