20 aprile 2012

Non sono più credibili


Ora è il momento delle buone intenzioni. E' finita il momento dei tempi belli ora è il momento della quaresima. E tutti giù a sperticarsi nel rinnovamento all'insegna della sobrietà ( slogan tanto in voga in questo momento) e dell'austerità. Ha cominciato la Lega con le sue ramazze verdi a far pulizia, ma più puliscono più vien fuori la "monnezza" per non dire la merda. Un covo di vipere sembra essere stato e lo è ancora quel partito che aveva fatto, con tutte le buone intenzioni, della virtù ed dell'onesta all'indomani di Mani Pulite, la sua fortuna elettorale. Ora si scopre il nepotismo sfrenato di cui il Renzo detto il Trota è solo la parte più eclatante, ma mi verrebbe da dire la più ingenua, la più appariscente. Di ben altre scelleratezze i suoi fratelli si erano macchiati. Ma innocentemente e nella legalità, a detta del Bossi, che ritiene di poter anche buttare dalla finestra i soldi pubblici ricevuti come rimborsi elettorali.

L'ex Margherita, la prima ad entrare nel circolo mediatico e dei PM , anche loro "niente saccio, niente aggio visto" da parte dei dirigenti , e il ritornello del
siamo stati raggirati dai truffatori. Ma codesti truffatori erano stati messi dagli stessi dirigenti e se non vi potrà essere responsabilità legale o giudiziaria , ma almeno quella politica questa ci sta tutta!.
Se il sono stato raggirato può essere un salvacondotto giudiziario , per la politica questa è una colpa ben più grave di quella giudiziaria. Essere raggirati per un politico è una colpa gravissima e sol per questa , tra l'altro dagli stessi ammessi , meriterebbe un lasciapassare per ritornare nella loro comoda vita privata. Ora però tutti a tirar , non avendo argomenti sui quali aggrapparsi , la storiella degli apostoli e dell'errore commesso da Cristo nell'aver scelto Giuda, definito persino da quel cesso di Speroni, come il tesoriere degli apostoli. Giura di averlo letto  nei Vangeli. Forse quelli padani che sono un'altra versione.

L'UDC e Casini, il grande centro, subito in gran fretta ha convocato la sua direzione di partito con all'ordine del giorno l'azzeramento di tutte le gerarchie e strutture per aprire al nuovo. Smantella tutti gli apparati e vuol ricominciare. Intanto deve fare i conti con il suoi neo alleati, i finiani e i ruteriani, che a quanto pare di andarsene a casa proprio non ne hanno ne l'intenzione, ne la voglia. E allora non si farà il Partito Nazionale ? con dentro Passera che sarà si nuovo per la politica partitica, ma che proprio a rappresentare il nuovo ci vuole una gran bella fantasia. Ma vale l'intenzione al rinnovamento e forse per qualcuno tanto basta.


 
Ma le dichiarazioni più sconvolgenti le sta dando da alcuni giorni il PDL per bocca di Alfano che dichiara che ci sarà un'iniziativa politica clamorosa", che si concretizzera', però,  dopo le amministrative, Lui e il suo datore di lavoro Berlusconi annunceranno presto "la piu' grossa novita' della politica italiana" che ne cambiera' il corso. Una vera rivoluzione politica. Ahi ridagli ! Ma non avevamo già avuto la piùgrande rivoluzione liberale, alcuni anni fa! E mò basta no. Anche loro per il cambiamento, questa volta rivoluzionaria, ma dopo però. Basta il pensiero

Il PD ha già dato! Anzi sono in continuo rinnovamento per non cambiare . Italioti e gattopardeschi per indole e per natura, per vocazione. Il meglio preso dalla ex DC, rinnovata in Margherita,rinnovata in PD.
 Qui il nuovo è già dentro il partito, e viene raffigurato di volta in volta nel volto di Renzi, poi in quello di Boccia, poi in quello di Fassina, della Serrachiana. Anche qui a pensare al nuovo ci vuole coraggio e fantasia.
Intanto mentre tutti i partiti , nella loro foga al rinnovamento si prodigano a restituire( a voce)  l'ultima trance del rimborso elettorale e a presentare disegni di legge di iniziativa popolare che ammesso che si riesca a presentare giacerà in qualche cassetto tra la polvere e la muffa parlamentare, il PD la sua quota l'ha già spesa. Il PD si avvantaggia,

Ma anche qui l'importante è il pensiero.




Un dato però è costante. Tutti i partiti  oggi parlano di rinnovamento e di rivedere la legge del rimborso elettorale, tutti a dire che la legge è sbagliata, che è un vero schifo , che è un abuso. Ma ieri quando si aumentavano ogni volta la quota del rimborso che ci fosse stato uno , che dico uno che si fosse alzato a dire

Ma che cazzo stiamo facendo!