3 giugno 2012

A proposito di facce da culo


Questa razza sta proliferando in questi ultimi mesi. Oddio non è che si sia mai estinta , e d'altra parte la madre partoriente è di origine italiana. Ma in questi ultimi mesi e sopratutto fra parlamentari, sindaci ed affini sta proliferando.
Qualcuno mi suggerisce a causa della scomparsa del PDL, della sua disintegrazione, e mi ricorda il dopo 25 Luglio. L'ordine del giorno Grandi.
Anche allora ci fu un incremento demografico di questa razza( anche se non credo nel concetto di razza umana, piuttosto di etnie, ma in questo caso credo che esista una razza , come per i cani)  che si credeva anche allora estinta.
Le facce di culo.
Accanto a queste, gli irriducibili, coloro che si son talmente sputtanati che sarà difficile per loro convertirsi, o per mancanza di duttilità o per mancanza di intelligenza. Questi sono grezzi, non hanno fantasia.
Vuoi invece mettere le facce da culo!
Si perché ad avere una faccia di culo occorre intelligenza. Trovare le occasioni giuste e per mostrarla, la faccia di culo, in modo da non sembrare sfacciatamente di culo , ma disinvolto come se ci avesse sempre creduto in quel che si sta facendo ora. Che è il contrario di quanto si era manifestato fino a ieri, Ma la disinvoltura e la duttilità, la maestria sta nel convincersi e convincere che lui ha sempre tenuto nascosto i suoi veri pensieri, sentimenti, e che lui in fondo ha sempre pensato così ed oggi finalmente è arrivato il momento di poterlo manifestare apertamente. Occorre cogliere l'attimo, il carpe die, il momento, sentire come un cane segugio dove va il consenso e voilà apparire in tutto il suo splendore con la sua ...faccia di culo.
Che maestria, che genialità, che superbia!
E d'altro canto quanti sono stati i personaggi di film capolavori dell'arte cinematografica in cui hanno disegnato e tratteggiato personaggi con la faccia di culo?. I migliori nostri maestri si sono cimentati nell'arte di disegnare le faccia di culo. Sordi era un maestro nella rappresentazione. Sembrava quasi che ce l'avesse veramente la faccia di culo.

Ma a parte la dissertazione , ora vi voglio parlare di una faccia di culo nella realtà e fuor di metafora.
Il sindaco dalla croce celtica.

Si sa , ma ora non si è più tanto sicuri, che lui è sempre stato fascista, vicino alle croci brune, antisemita, picchiatore delle bande nere romane. Porta al collo una croce celtica . che prima ostentava, ma da un po di tempo la tiene nascosta sotto la maglietta di lana, e dichiara che è un ricordo, un caro ricordo senza dire di chi e di cosa.
E' da tempo, dal momento della discesa elettorale e di consensi del PDL che la faccia di culo compare. Prima in sordina, poi sempre in maniera aperta. Ora anche in pubblico e in maniera plateale. Ieri , 2 Giugno , parata militare da lui sempre amata, sempre osannata,, lui che ad ogni piè sospinto si richiama all'esercito che venga in suo aiuto, ieri sentito il vento che spirava, ha rinunciato a quella vetrina a quella passerella, per denunciare il ricorso al risparmio, alla rinuncia all aparata.
Antimilitarista di colpo? La strada di Damasco ha fatto nascere un altro proselito?
No è solo questione di .....faccia di culo!