23 novembre 2013

Letta: legge Stabilità equilibrata



E' evidente la identità , l'eguaglianza , l'assonanza, non so come dirla, fra Letta e Grillo. Una la spara grossa , nel segno della tranquilità e della pacatezza, della moderazione, della continuità , l'altro nel segno della rottura parolaia, nello strilo e nell'urlo roboante dello strappo nella messa inscena. Di Renzi non parlo, non per antipatia viscerale ,ma di cosa parliamo? del nulla? Si può parlare di chi dice cazzate o bugie, ma di chi parla del nulla, ma di che stiamo a parlà?
Entrambi( Letta e Grillo) sparano cazzate a raffica!

Purtroppo a questo si è ridotta la politica e i suoi ideali romantici e liberatori della giaculatoria democratic- borghese
Di Grillo è ormai evidente la idiosincrasia fra quel che dice e quel che propone come supposte soluzioni e lo lasciamo da parte
Parlo di Letta e limitatamente a questa esternazione di poche ore fa: Legge di stabilità equilibrata e porto solo due esempi di equità .
Intanto la perfetta continuità con tutte le leggi e i provvedimenti dei governi precedenti. Nessuna sbavatura, nessuno strappo , neppure nel linguaggio utilizzato, neppure nelle forzature utilizzate. A leggere tutti i punti della legge non vi è un solo punto che vada nel segno contrario che colpisca le grandi rendite i grandi patrmoni, le grandi evasioni fiscali. Anzi!

Nella suddetta legge vi è un provvedimento che per far cassa, come tutta l'impalcatura della legge d'altronde. Tralascio il solito aumento dell'accise sulla benzina per pietas e veniamo all'indulto sul gioco d'azzardo. Tutti coloro che non hanno pagato e che sono stati condannati al pagamento con la mora avranno un condono. Esempio, Francesco Corallo, fondatore della Bplus, arrestato lo scorso agosto per un giro di corruzione dopo una latitanza di oltre un anno. La società di Corallo, con un giro di affari da 30 miliardi di euro l'anno, avrebbe dovuto pagare una multa di 845 milioni. Con lo sconto del governo Letta diventeranno poco più di duecento.
Si può chiamare equilibrata una legge e un governo che nonostante tutti i proclami continua ad andare aventi a botta di condoni per i grandi evasori da un lato mentre liquefa il TFR ( che sono soldi legittimamente accantonati dal dipendente)  ai dipendenti pubblici che vanno in pensione in due anni?