3 febbraio 2014

Al populismo non c'è rimedio!


Dopo il costo della politica , partita forse con buone intenzioni, poi tradotta nel lasciare invariati i compensi ai politici, ma diminuito il numero dei rappresentanti e dei luoghi di quel che doveva essere la democrazia. Meno siamo , meglio stiamo. 
Ma al peggio, dicevo non c'è mai fine. Un grosso contributo lo ha dato il fascio al femminile. L'ex ministra Meloni , ora all'opposizione la quale aveva presentata un disegno di legge per lo stop alle cosidette pensioni d'oro.
Cioè un massimale di 3200 euro mensili nette ( o dieci volte il trattamento minimo dell'Inps). La proposta in sede di Commissione sarà bloccata dal PD ( La relatrice Gnecchi (Pd)), motivando la questione basandosi sul tetto massimo , sulla questione del calcolo retributivo o contributivo, che non poteva essere retroattivo, per via dei diritti acquisiti ecc ecc In somma non questione di merito , ma solo tecnicismi.
A proposito , quando si è trattato di pensioni "normali" non si sono posti questione di diritti acquisiti e in solo otto giorni hanno approvato la controriforma.E questo anche a proposito della inutilità del Senato che farebbe perdere tempo nell'approvazione delle leggi.  Ma questo è un dettaglio a voler sottilizzare! E' un altro film!

Ma la ragione è sfuggita di mano?
 Ma se uno ha versato i contributi, e li ha versati tutti fino all'ultimo centesimo, che magari ha lavorato anche più dei 40 anni e secondo la legge ha maturato più dei 3200 euro ipotetico tetto, ma perché mai si dovrebbe veder decurtare la sua pensione? In base a quale liceità o supposta eguaglianza? Invece di puntare il dito guardandosi in faccia fra di loro e pensare di togliere vitalizzi fruiti a titolo gratuito , a coloro che non hanno versato i corrispondenti contributi. Quelli si pensioni d'oro!. Ma non con il tetto a 3200 Euro. Ma del tutto li dovrebbero togliere, perché questi sono soldi dei lavoratori versati all'INPS e che questi signori li percepiscono senza titoli se non quello che se li sono assegnati loro stessi per legge. 
E sopratutto dovrebbero mettere un tetto agli stipendi d'oro ai boiardi , funzionari , burocrati di Stato ( Mastrapasqua tanto per citarne uno ormai capro espiatorio, simbolo del parassitismo di Stato), ai multi incarichi istituzionali, ai compensi a vario titoli che si attribuiscono i politici . Ma una volta che hai legittimato stipendi o pluristipendi , non si può poi delegittimare ciò che da questi ne discende per conseguenza!