10 marzo 2015

Esodati: questi sconosciuti.


Esodati: commissione lavoro Senato, parte un censimento

Eppure è ben chiaro chi sono e come sono nati. Son figli della ministra lacrimevole, subito disconosciuti , come figli di puttana. Dapprima è stata negata l'esistenza, ( " un figlio? Mai partorito" ) , poi ridotti di numero.  ( il balletto di cifre fra sindacati, INPS e la ministra 10, 100, 1 milione.) Poi le promesse di marinaio. "Provvederemo a sanare la situazione, ma non adesso non ci sono i soldi"  

Eppure i soldi derivanti dalla riforma delle pensioni vi erano. Quella stessa che aveva dato alla luce qui figli disconosciuti , frutto del peccato.  , Ma destinati, soldi del primo anno, alla liquidazione dei derivati finanziari in possesso della Morgan Stanley: 2 miliardi e 567 milioni di euro avvenuto il 3 gennaio 2012.  Le stesse fonti governative stimavano che la riforma avrebbe fruttato per le casse del Tesoro ben 80 miliardi nel decennio 2011 -2021. E i primi circa 3 miliardi subito anticipati per aiutare una piccola banca di paese(sic)! 

Quindi i soldi frutto del crimine esodati c'erano tutti! E quanto alla consistenza del delitto, al numero delle vittime di questo massacro questi erano ben chiari e presente a tutti. Non a caso era la stessa INPS che in alcuni casi si era fatto garante dell'accordo fra azienda privata e lavoratori, e quindi controfirmato gli stessi accordi. E in altri casi le aziende erano aziende dello Stato stesso che aveva stipulato l'accordo. Vedi Poste ( le stesse Poste che non aveva i soldi per i suoi esodati tanto da non onorare l'accordo scritto preso con i suoi dipendenti, tanto da finire nell'occhio indagatore da parte della Corte dei Conti per l'eccessiva remunerazione dei sui dirigenti, spesso immotivata e eccessiva e a liquidare il suo ex AD (  Massimo Sarmi, ovvero il “postino” che non ama consegnare le lettere) con 4 mensilità più una annualità 
per il mancato rinnovo del contratto. Il fatto Quotidiano ha quantificato essere pari ad una cifra non inferiore ai 2 milioni di Euro. Da solo il compenso di Sarni avrebbe lautamente fatto fronte agli impegni formali presi dalle Poste e dall'INPS con i suoi dipendenti indotti a firmare l'accordo. 
Quindi i numeri si sanno e si sapevano e anche i soldi per riparare a quell'errore(?). Invece niente di niente.
Il problema viene rimbalzato come un gioco a rimpiattino, 

Ora il buon governo Renzi quello del "fare" dell'Italia che #cambiaverso ha pensato bene di proporre alla commissione lavoro al Senato di indire un censimento per conoscere il numero esatto degli esodati. (?) E i componenti della Commissione hanno immediatamente acconsentito. Ma non un censimento scientifico prendendo le carte conservati dall'INPS, Niente di tutto questo. Ma un autocensimento online. Chiunque che rientri nella categoria di lavoratori esodati ( si perché oltre ai lavoratori precari, quelli a tutele crescenti, quelli licenziati e in cassa integrazione i nostri governanti per mano della ministra lacrimevole ha pensato bene di creare un'altra categoria quella appunto dei lavoratori esodati!) 
provvederà a collegarsi online e di dichiarare il suo status di esodato.  

Ma alla fine di questa ennesima presa per i fondelli, almeno vi saranno provvedimenti per la bisogna? La presidente della commissione Anna Parente ha dichiarato "Non è escluso che al termine di questo percorso, la Commissione del Senato faccia delle proposte relative alla flessibilità in uscita."