22 ottobre 2015

Intanto paga , poi si vedrà!


Capovolgimento del diritto .
La presunzione dell'innocenza è stato capovolto. Chi non possiede il televisore deve dimostrare di non averlo. Intanto si paga il canone. Poi tutto da dimostrare.
Ma come si fa a dimostrare di non possedere un bene?
I giuristi e i fondatori del diritto romano si stanno rigirando nelle tombe.
Nel decreto vi è la presunzione di colpevolezza. Nel senso che intanto paghi le 100 euro nella bolletta della luce. Sia che lo possiedi sia il contrario. Poi sarà il contribuente a dimostrare di non possedere l'apparecchio TV.
Fin dal diritto romano è l'accusa che deve dimostrare la colpevolezza, non l'imputato la propria innocenza. Nella fattispecie è lo Stato che deve dimostrare il posseso del bene, non l'utente a dimostrare di non possederlo.
Si può dimostrare il possesso non la negazione del possesso! E' poi è all'accusa l'onere della prova, non all'imputato quella della sua innocenza.