8 novembre 2015

Come ad un film di Ridolini!


Crisi idrica a Messina: il consiglio dei ministri ha dichiarato lo stato di emergenza
Addirittura crisi emergenziale!
Ora a quel che è dato di sapere sarebbe una condotta primaria di acqua che a seguito di una frana della collina a Calatabiano si è rotta.
Dopo una settimana tutto era fermo. Il comune non aveva soldi, per intervenire, e tutti aspettavano per decidere il da farsi.
E' stato necessario dichiarare lo stato di catastrofe per consentire di reperire 3 milioni di euro anche per mettere in sicurezza la collina.
Ed allora sono scesi giù la Protezione civile, guidata da un dirigente regionale e 40 tecnici.
Per fare?
Per mettere un bypass che dopo un paio di giorni è scoppiato perché non adeguato alla pressione dell'acqua.
Ed allora ne hanno messo un altro di bypass per riparare il primo, per riparare la condotta primaria!

E' ancora siamo in stato emergenziale.
E noi stiamo a parlare ancora di Ponte su una zona altamente sismica , battuta da venti con una corrente marina che sono turbolenti e pieni di vortici? E non riusciamo non dico a tenere in sicurezza le colline che franano, ma nemmeno a riparare un tubo d'acqua?
Se non fosse tragico, ci sarebbe da fare un film di Ridolini