14 novembre 2015

Esercito e coprifuoco Per Alfano questa la soluzione.


Nessun Paese è a rischio zero. Questa minaccia è ora accresciuta» ha detto il ministro dell'Interno Alfano a conclusione del Comitato per l'ordine e la sicurezza nazionale.
«Abbiamo elevato il livello di sicurezza, lo abbiamo portato al secondo livello. «Siamo cioè al livello che precede quello massimo e consente l'utilizzo delle unità speciali dell'Esercito». Cioè i reparti speciali e le forze ordine «pronti all'intervento immediato» ha puntualizzato Alfano

"Essecito" gridava Alemanno.
 "Essecito" grida Alfano.


Ma se è l'occasione del Giubileo a far tremare i polsi, non sarebbe meglio sospendere l'evento?
E no i profitti che fine farebbero? Abbiamo fatto dimettere un sindaco per questi, e mo?
Allora facciamo scendere l'esercito, presidiamo i punti caldi. Come quando vi fu l'allarme terrorismo e violenza nelle metropolitane. Li vedevi li con camionette e gipponi che si annoiavano a morte con fuciloni e IPad a giocare su FB.

Tanto chi li può fermare?.
Chi può fermare un giovane con il giubbotto e con sotto la cintura di esplosivo che entra in una cattedrale piena di fedeli e si fa esplodere. Mente noi mandiamo i droni italiani a bombardare le loro città. In una spirale loro si fanno esplodere e noi bombardiamo le loro famiglia.
Bombardare non è più un tabù ha detto Poletti. La ministra Poletti.
E allora avanti cosi, ammazza tu che ammazzo io. Tutti noi e loro muoiono e altri fanno profitti. Ecco la partita che si gioca