1 dicembre 2015

la memoria corta di noi occidentali.


A chi dice che sono i mussulmani che sono terroristi perché è nella loro religione vorrei solo ricordare, senza andare tanto indietro nel tempo, che appena vent'anni fa nel Kossovo fu compiuto dalle forze filo occidentali cristiane serbo bosniaci un vero e proprio genocidio contro i mussulmani bosniaci. Di fronte all'indifferenza dei portatori di "civiltà" occidentale. Nel solo massacro di Srebrenica furono massacrate oltre diecimila fra uomini donne e bambini. Furono compiute atrocità inenarrabili e furono stuprate e violentate donne e bambine.
I portatori di "civiltà" superiore nel 2007 assolse la Serbia per quelle atrocità pur definendolo un genocidio. Furono condannanti solo ex leader politico serbo bosniaco Radovan Karadzic e del suo capo militare Ratko Mladić. Come se fosse statoo una loro lotta personale.
Inteso il genocidio secondo i principi di Norimberga, l'assoluzione sollevò la Serbia dall'obbligo di pagare un indennizzo di guerra alla Bosnia.
Di questo però si son perse le tracce nella nostra memoria collettiva.