13 ottobre 2016

Mi rifiuto

Come volevasi dimostrare,. 
Un film a circuito chiuso. Non c'è più nessuna emozione della novità Se muore qualcuno , noto , tutti a decantare le lodi. Persino Mattarella i cui valori e le cui sue idee sono state da sempre combattute da Dario e che Dario ha dovuto subire.
Anche lui non perde l'occasione per spendere parole di rito ! Ipocriti e fasulli!
E quando parlo di idee di Dario non mi riferisco alle sue adesioni partitiche ( nella sua vita non ne ha mai azzeccata una) , ma quelle artistiche. Per anni e decenni il potere rappresentato dalla DC, PSI, e tutto l'arco costituzionale di allora hanno bloccato l'ingresso di Dario eFranca ai teatri. LA TV? era tabù per loro e il circuito culturale fino agli anni 80 ed oltre era loro off limits. Li vedevamo solo negli scantinati maleodoranti e spesso ci veniva a trovare la polizia a sgombrarci.
Oltraggio alla morale e adunata sediziosa.
Ora tutti quei rappresentanti di quel potere versano lacrime di coccodrillo !.Dicono che solo i cretini non cambiano le idee, ma qui si tratta di sporca ipocrisia!
Ricordo quando Franca subi l'aggressione fascista , l'arco costituzionale e l'establishment poco mancò che commento la notizia con un " se l'è cercata lei" e molti commentarono la notizia con un
"mah! sarà vero?"
Oggi la TV ei mass media sono pieni di parole di cordoglio, di reminescenze, di ricordi mielosi.
Mi dissocio.
Ho dato il mio saluto a Dario, ma salterò tutti i commenti che parleranno di lui.