27 giugno 2017

a mente fredda



Al di la del ballottaggio i flussi di voto indicano chiaramente come e dove si spostano chi ancora vota.

Naturalmente il vero vincitore è l'astensionismo,
Che non è più il classico astensionismo di tipo qualunquista che nel nostro paese è sempre , storicamente, stato basso, al 10-25% al massimo.

E piuttosto un astensionismo di scoramento, sfiducia e disaffezione al sistema istituzionale dei partiti. E' quindi una risposta politica, una richiesta di politica e di partecipazione al sistema democratico scomparso nel nostro paese da ormai quarant'anni al minimo

Ma vediamo i dati

La sinistra o quello che nell'immaginario collettivo era chiamata sinistra raffrontando i dati dal 2012 ad oggi si è autoeliminata praticamente e non da segni di ripresa dal coma profondo in cui è caduta.

Il Centro sinistra , sostanzialmente il PD con le sue appendici, sostanzialmente tiene le posizioni , il suo zoccolo duro, checche ne indicano poi i comuni persi nel ballottaggio.

E' il centro destra che raccoglie tutti i voti del M5S in caduta libera in questa tornata causata sia dalla gestione delle grandi città governata dal MoVimento , sia dalle gaffe e dal disperato tentativo di svolta a destra dei suoi dirigenti.

I votanti di destra che votavano a M5S, dopo la svolta di questo e sopratutto vista l'aggregazione Fascisti, padani hanno preferito tornare all'ovile. E i voti del M5S sono tornati anche verso l'astensionismo,. sfiduciati ancora una volta, ramazzati dal MoVimento e ritornati la da dove erano stati raccolti.

Il voto locale non è determinante ai fini degli sviluppi, ma da una indicazione, una tendenza in atto,
Ma credo che due o tre cose siano indicativi e difficilmente smentiti

L'asse politico è ormai e per molti anni a divenire spostato a destra. Sia come "senso comune" che come tendenza del sentire popolare. Ed è su questo terreno che i tre maggiori partiti si giocheranno tutte le loro chance e messaggi elettorali. Si giocherà a chi più la spara grossa a chi punterà sui temi dell'immigrazione, della sicurezza, del nazionalismo etnico, e contro l'Europa Quest'ultimo più come slogan che come tema realmente da percorrere.

Quello che era la Sinistra è destinata a giocare con cartelli elettoralistici e saranno sempre più stelle cadenti che reale proposta e risposta politica. E quei frammenti di polvere stellare finirà inevitabilmente nell'orbita della massa PD