12 aprile 2018

Siamo ben al di là della prestazione di forza lavoro!

i lavoratori , rider cioè fattorini che hanno contestato l'improvviso licenziamento , giunto dopo le proteste di piazza per le questioni relative alla paga oraria e che chiedevano appunto anche il reintegro e l'assunzione, oltre al risarcimento e ai contribuiti previdenziali non goduti si dovranno rassegnare per il momento. Il giudice ha dato ragione alle aziende La legge è dalla parte dei padroni.
I rider fattorini in bici per la consegna dei pasti a casa sono controllati e tracciati attraverso i GPS e gli ordini per le consegne vengono impartiti loro tramite app sul cellulare. Sono inquadrati come collaboratori autonomi e la bici se la devono portare loro da casa. Non esiste orario di lavoro e se non provvedi ad eseguire l'ordine inviato sullo smartphone sei fuori per sempre. Fino a che tutti gli ordini non sono esauditi, devi continuare a pedalare, in senso fisico e metaforico!