18 giugno 2018

Scoperto uno ce ne sono altri cento !!!!



Piano piano viene fuori il "Sistema Parnasi" Altro che Mafia Capitale anche se la logica è la stessa.
Alla base c'è una perversione del sistema, diventata regola e, norma e invocata dal "popolo" come barriera alla corruzione.
Due fondamentali pilastri.
Partiti e candidati si sarebbero potuti tenere i soldi ricevuti da Luca Parnasi senza renderne mai nota la provenienza. La normativa sulla privacy contenuta dalla legge sul finanziamento alla politica. Fortissimamente volutadal M5S contro il finanziamento pubblico è reclamizzato come barriera contro la corruzione è invece esso stesso a fondamento della corruzione e del malaffare. Un attimo di autocritica, almeno per chi era in buona fede "onestà" e "buon senso" lo richiederebbe. Questo consente a Partiti di ricevere dai privati finanziamenti , senza renderne conto ai suoi elettori e in cambio restituire favori sotto diverse forme e modalità! Ed è del tutto "naturale"
Che si dà qualcosa per niente?

L'altro vulnus sistemico introdotto è la possibilità data a fondazioni e onlus di non rendere noti i propri finanziatori, consente infatti di omettere i nomi dei sostenitori che non hanno rilasciato il consenso alla pubblicazione dei dati personali. Non a caso tra i maggiori presidenti delle fondazioni si trovano politici e partiti, e il M5S non è da meno attraverso la fondazione della Casaleggio &C , Ma non mancano gli Alfano i D'Alema. i Salvini. Insomma democraticamente distribuiti. E questo in base a successive leggi non ultimo DECRETO LEGISLATIVO 3 luglio 2017, n. 117 non a caso votato all'unanimità da parte di tutti i partiti, Nessuno escluso.

E non basta cacciare questo o quello come fa M5S o aspettare che la giustizia faccia il suo corso. Tolto uno ne cresceranno altri cento. Perché è dentro il sistema che nascono e crescono, Non arrivano da fuori!!!!!