5 gennaio 2009

la conta dei morti e il silenzio dell'umanità

A cosa serve contare i morti di uno ed i morti dell'altro???. Se un soldato israeliano muore dopo averne ucciso 20 di palestinesi , a cosa serve????. Gaza sarà la copia israeliana di Falluja Usa. Nessuno ci racconterà niente , i giornalisti sono off-limit , lì si sperimenteranno armi e bombe e tecniche di guerra guerreggiata nelle città, nuovi teatri di guerra del futuro e dell'oggi, in medio oriente e nel mondo. Li si sventreranno case, chiese, moschee , li si smembreranno corpi, verginità e fanciullezze. Qualcuno vomiterà di disgusto, altri piangeranno di dolore, tanti berranno del sangue intriso di terra e di bagnato del nemico e forse anche dell'amico o compagno o camerata. Su tutto poi cadrà il silenzio, la pace coperta dalla calce purificatrice, dall'oblio delle colpe nostre e degli altri. Il silenzio dell'umanità sovrasterà la distruzione della ragione e di se stessa.
Zag(c)
Posta un commento