14 novembre 2009

tene 'a panza, tene 'a panza


*"Amoreee , ho comprato le cime di rape. Oggi facciamo orecchiette e cime
di rape!!! Contentoooo!**!!" "Amooreee" gli rispondo "oggi io alle 14,00
devo essere a piazza della Republica e quindi devo mangiar leggero e
veloce. Quindi mi faccio due patate, carote e cipolla al vapore ed un
pesce al barbecue" Mannaggia e poi si dice le donne. Proprio oggi doveva
comprar le cime di rapa!!!.

Alle 14 puntuale sono a piazza della Repubblica. Ho letto sul sito della
CGIL Epifani che intervistato ha detto che non si prevedono molte
manifestanti solo 1000 vagoni e 800 pulman . La lotta e il calendario
delle proteste è lungo e non si vuol sfiancare i lavoratori. Solo un
piccolo assaggio sarà ! Il corteo è fermo, la piazza è stracolma, e la
testa del corteo è già in Largo Santa Susanna!! Raggiungo la testa e in
bella mostra vi è Epifani con dietro, come Paolini che vuol catturare
l'attenzione dei fotografi, Ferrando. "Non và bene, così . Questo non
lo doveva fare Epifani" Dice una voce alle mie spalle. "Perchè" gli
chiedo, "cosa ha fatto, stavolta??" "Ha la cravatta rosso blu del
bologna. Sai ed io sono del Cesena" Ma va... , sbuffo, sorridendo. Il
corteo stenta a partire. Troppi fotografi bloccano l'avvio, e poi ci si
mette pure una autoambulanza che vuol passare proprio di qua. Ma si può??
Poca polizia, anzi quasi nulla la presenza. Eppure è vero che è un
corteo del sindacato , ma la protezione non dal corteo, ma per il corteo
da qualche malintenzionato ci voleva o no??? Ma forse , la polizia c'è
, ma non si vede!!
Beh cerco qualche volto che possa attirare la mia attenzione, ma è una
fiumaia!! Gli striscioni , i palloncini, di gente ve ne è . Ma qualcosa
non mi gusta , non so cos'è , è una sensazione strana. Vedo volti
strani, che non mi ispirano, quasi come se partecipassero ad un rito. Ma
, mi dico, il solito prevenuto. Ora poichè sei per la mozione due al
congresso della CGIL, e non per quella di Epifani, vuoi per forza trovar
il male , anche là dove non ci sta. E poi la manifestazione mica l'ha
gestita la mozione uno!!! Ma io continuo a vedere nè gioia, nè
incazzatura. almeno cantate un "bella ciao", un "avanti popolo", che fà
sempre coro, almeno un urlo contro il governo, contro la Gelmini, che è
tanto facile, niente di niente. Ma sarà che siamo all'inizio , e
l'atmosfera è fredda, Fra un pò si riscalderà. Intanto passa Rinaldini ,
"Ciao, gli grido, e forza che stavolta al congresso ce la facciamo"
L'espressione mi sorride , ma poco convinta. "Faremo la nostra
battaglia", mi dice. Che poi quel "noi ce la facciamo" con me non
c'entra proprio nulla visto che non voto e non partecipo al congresso.
Ma , come si dice, "plurale maiestasis". E almeno idealmente sono con
"loro". Ma continuo a non trovare volti interessanti o spunti di
interesse, e allora decido di prendere lo scooter e anticipare a Piazza
del Popolo il corteo.
Il traffico è fluente, si và, strano per Roma, e sopratutto dopo due
manifestazioni, una della mattina, ed una questa. Ma arrivo ,
parcheggio, e qui si che si vede la polizia, ma non quella di pubblica
sicurezza, ma la polizia stradale. Di panzoni , come dice Brunetta, son
pieni i crocevia e tutt'intorno alla piazza. E anche le vigilesse son
panzone!!! Mi ricordo quel film di Sofia e Mastroianni . "Tene 'a pazza,
tene 'a panza, tene 'a panza cià cià cià"

La musica di Vecchione riempie la piazza, poi gli interventi di giovani
"precari" o "flessibili" cocopro o solo lavoratori a termine. Delegati
di società in fase di liquidazioni , licenziati, cassa integrati.
Gridano indignati, chiedono solidarietà, hanno paura dell'oggi ed ancor
di più del domani. Ma la piazza non si infervora, applaude, ma non si
indigna a sufficienza. Intanto la piazza si riempie, dal Pincio
continuano a scendere manifestanti. Hanno percorso il tragitto degli
innamorati, hanno gridato ai platani e alle betunie , il percorso lo
prevedeva, ma ancora Alemanno non è contento. Bisogna ancora porre freno
alle manifestazioni. Ai benpensanti cittadini romani suoi elettori, del
corteo e delle proteste non "ne può fregar de meno" Son più importanti
lo sgombero dei campi rom e dei vù compra a piazza navona.

Aspetto Epifani, il suo discorso, ma anche qui resto deluso, Mancano le
parole che infuocano, mancano i propositi aderenti al momento di crisi,
alle parole che abbiam ascoltato dai precedenti delegati e operai non vi
è risposta adeguata, non c'è assonanza. Son deluso, e pensar che ho
rinunciato a orecchiette e cime di rapa e poi il tempo non è nemmeno
bello, lascio la piazza , riprendo il mio scooter mi fermo un attimo e
rimirar le vigilesse , "Tene 'a panza, tene 'a panza.......**.
."

Posta un commento