7 novembre 2013

Arafat fu assasinato!


La verità documentale alla fine viene sempre a galla!. Che Arafat fosse stato ucciso era palese a chiunque.
Ricostruisco i fatti a memoria
Dopo quasi quattro mesi di assedio a Ramallah dove avevano trovato rifugio le forse dell'Anp e lo stesso presidente, senza acqua e senza luce, le forze israeliani con i loro carri armati fanno irruzione, sfondano i muri di cemento armato e uccidono chiunque si trovi sul loro cammino.
Arafat rimase confinato e prigioniero a Muqata, il quartier generale di Ramallah fino al 2004 , quando gli fu diagnosticato una grave malattia epatica, una delle conseguenze della somministrazione di pollonio. Il Pollonio 210 si trova nell'uranio . E' un matelloide altamente radioattivo e viene utilizzato per la costruzione della bomba atomica e viene utilizzato per applicazioni militari(sic). Pochissimi milligrammi porta alla morte ed è difficilissimo poterlo ritrovare e rintracciarlo nei corpi sui quali è stato somministrato. Per questo motivo è spesso utilizzato dai vari servizi segreti per omicidi politici eccellenti. Per esempio l'agente segreto Alexander Litvinenko, morto il 23 novembre 2006, avvelenato dal polonio 210, di cui avrebbe ingerito una piccola quantità in un sushi bar di Londra pochi giorni prima, il 1 novembre.
Arafat fu , grazie alla concessione da parte del governo israeliano, portato a Parigi per curarsi . Fin dall'inizio si parlò di una "misteriosa malattia" che lo portò dopo pochi giorni alla morte. Al Jazeera, in un documentario, fin dal 2012 avanza l’ipotesi dell’avvelenamento dopo analisi di laboratorio effettuati in Svizzera su campioni di capelli, spazzolino da denti e altri reperti messi a disposizione dalla vedova Suha Arafat. Il corpo viene riesumato presente esperti francesi, svizzeri e russi. Gli inglesi confermano l'ipotesi di un possibile avvelenamento, I russi smentiscono. Oggi arriva la conferma da parte degli esperti di Losanna. Si trattò di avvelenamento di Pollonio 210.
La conferma di quel che tutti conoscevano o avevano già intuito, di ciò che era palese a tutti, ma che le autorità ostinatamente continuavano a tacere e a nascondere.
Ora che è passato tanto tempo e che la verità documentale non potrà avere ripercussioni pratiche ecco che arrivano le conferme!