23 gennaio 2016

dopo la bufera arriva sempre il sereno...per qualcuno


Cataclisma sulle borse italiane, in pochi giorni il titolo MPS ha perso il 43%, poi recuperato, ma resta una perdita del 16% e ha preparato il terreno e i presupposti per l'acquisizione.
La bufera quindi è stata tutta una fase preparatoria? Una trappola tesa ai fondi di investimenti americani che avevano preparato la speculazione, ma che sono stati solo strumenti , forse, inconsapevoli, o consenzienti? Tanto il guadagno loro l'hanno fatto, Vendendo ad un prezzo e acquistando ad uno da svendita
E non è strano che a poche ore prima della bufera Renzi avesse annunciato che il nostro sistema creditizio era forte e che forse necessitava di acquisizioni perché troppe erano le Banche? 
E che adesso si annuncia che l'operazione acquisizione della MPS sia in pole position la UBI? 

MA chi è la UBI? Chi sono gli azionisti della UBI?Nasce nel 2007 dalla fusione fra Banche Popolari Unite e Banca Lombarda 
A gennaio del 2015 approfitta del decreto legge renziano e si trasforma in società per azioni. Là dove una testa valeva un voto ora è il capitale dell'azionista a determinare il peso in consiglio di amministrazione. 
A dicembre 2015 superano il 2% dell capitale azionario  
  • Silchester International Investors (5.123%) 
  • Blackrock Inc. (5,022%) 
  • Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (2,278%) 
Ma non è il solo pretendente. Infatti si è fatto avanti dopo la tempesta Santander, colosso bancario spagnolo, prima banca della zona euro per capitalizzazione,

Come si evince dagli avvenimenti e dalle indiscrezioni, non tutti i mali vengono per nuocere o non sarebbe meglio dire i mali vengono per agevolare il bene di qualcuno?