25 gennaio 2016

Fantasia di tagli e ritagli


Da oggi per chi vuole fare una RM per accertamenti che il medico di famiglia o lo specialista ritiene opportuno si dovrà pagare dai 700 ai 300 Euro dal privato.
A meno che non sia riconosciuta "l'appropriatezza". Per esempio chi soffre di calcolosi biliari cronico è costretto a farli ogni sei mesi, pena l'insorgenza di pancreatite e quindi ittero e altre conseguenze fino alla morte.
Il Ministero della (in)Sanità ha elencato una serie di vademecum per stabilire l' appropriatezza basato su un metodo assolutamente aleatorio e alla "cazzo di cane"
Per fare un esempio
La risonanza della colonna (cervicale, toracica, lombosacrale) le condizioni di erogabilità prevedono che vi sia una “condizione di dolore rachideo in assenza di coesistenti sindromi gravi di tipo neurologico o sistemico, resistente alla terapia, della durata di almeno 4 settimane;

Per una risonanza muscoloscheletrica (spalla, braccio, mano, gomito, ginocchio) sarà carico del Ssn in caso di Patologia traumatica acuta (Indicata nel caso di lesione osteocondrale post traumatica dubbia alla Rx. In caso di dolore persistente con sospetta lesione legamentosa ed ecografia negativa o dubbia),

Metodo questo da tutti gli studiosi, medici scienziati e specialisti definito alla "carlona" appunto senza nessun criterio scientifico e metodologico

Qualcuno si potrebbe chiedere perché non utilizzare il metodo Rand utilizzato da oltre 20 anni dalle società scientifiche, inclusa l’American College of Radiology, i cui criteri di appropriatezza vengono utilizzati in tutto il mondo?

Perché per la Lorenzin non interessa discernere l'appropriatezza sanitaria, ma solo tagliare i fondi alla Sanità Pubblica e incrementare il ricorso al Privato.
Anche perché nel 2014 il SSN italiano è stato classificato, nonostante tutto, come il sistema primo in europa e terzo nel mondo per efficienza e il meno costoso,

E' il liberismo bellezza!