26 gennaio 2016

Siamo nel pieno Medioevo.


A Roma il 30% del bilancio del comune è dato dalle multe. Semafori e vigili, assistenti al traffico fanno a gara. Chi fa più multe ha diritto al premio di produzione. Poi se le multe sono illegali , non fa niente. Solo il 10% dei multati fa ricorso al Giudice di Pace. Lungaggine burocratica e alto costo ( paghi anche se il ricorso viene accolto) sconsigliano. E poi ci sono i dissuatori. Se paghi entro 5 giorni si ha diritto allo sconto del 30%

Siamo in pieno medioevo,
E' il potere , nelle sue forme

Nobile Cavaliere; Barone;Visconte;Conte;Marchese;Duca; Principe;Sovrano;Imperatore;

nessuno o pochissimi e sempre meno eletti dal popolo, sempre più e sempre di meno ( meno siamo meglio stiamo) nominati dal suo superiore nell'ordine gerarchico.

Ognuno ha diritto a mettere la sua gabella a farla riscuotere da esattori estranei ( Equitalia, per esempio o società di recupero crediti, mai cosi tanti e cosi prolifici)  per la propria sopravvivenza e concedere il pizzo al suo capo superiore.

Ogni capo superiore , poi, aggiunge le sue gabelle direttamente al popolo.

Ognuno legittima il suo status come per ordine superiore o per volere divino. Quindi come e per diritto naturale.
Vassalli e sudditi,non cittadini.La rivoluzione francese è stata di colpo cancellata.

Siamo invasi o attaccati( vero o presunto) da orde di selvaggi e barbari che tentano di invaderci sia per via mare che per via terra. E il potere e il suo esercito di mercenari affermano la propria esistenza e si auto-affermano proprio attraverso l'esistenza di ciò per cui ci devono difendere.
Le città sempre più fortificate, da muri di recinzione , di protezione, da barricate . I presidi e le caserme dei mercenari sempre più fortini impenetrabili ( vedi caserme dei carabinieri )

E potrei continuare nelle similitudini e somiglianze all'infinito. Dal macro epifenomeno al micro sintomo