27 febbraio 2016

la crescita? si dei capelli....


La ripresa globale continua, ma resta incerta e al di sotto delle nostre ambizioni per una crescita forte, sostenibile e bilanciata".

Si sono riuniti in 7( Usa, Giappone, Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia e Canada) per riunirsi in 20 per arrivare a queste conclusioni. La crescita deve essere forte sostenibile e bilanciata.
Intanto però accertano  un altro stop dell'economia globale.
Intanto approntano  possibili misure contro l'instabilità finanziaria legata alle vendite sui listini azionari, alla volatilità dei cambi e alla debolezza dei prezzi delle materie prime.

Cioè il quadro al presente è drammatica e il futuro non lascia presagire nulla di buono. Ottimo 
( mentre Renzi e Padoan ribattono che per gli altri forse, per l'Italia, invece il 2016 sarà un anno di grande crescita)

E annunciano che il loro vero problema , ciò che non li fa dormire la notte è il possibile Brexit 
Cioè la possibilità che la Gran Bretagna esca dalla UE. Hanno concesso tutto e di più a Cameron vero vincitore di quell'incontro. Ma temono il parere del popolo inglese.

Ecco cosa occorre e quali sono gli argomenti che Tsipras doveva portare sul tavolo delle trattative e questi sono i soli argomenti in mano ai paesi PIGS tutti insieme  che la Troika capisce. 
Se si vuole la costruzione di una Europa dei popoli, e non del capitale si deve parlare quaste lingua insieme e all'unisono. 
O stracciamo i trattati da Maastricht in poi e li riscriviamo a misura di popoli, e costruiamo noi la nostra Europa. 
Quel che vogliamo lo sappiamo, come dirlo anche . Ora tocca trovare chi glielo va a dire a muso duro.