3 dicembre 2016

come la vedo io?


Comunque andrà il referendum questo non avrà nessuna ripercussione sul governo o meglio su Renzi.
Se vincesse il NO al massimo Renzi andrà da Mattarella il quale ridarà l'incarico a Renzi e si formerà un governo con la stessa maggioranza di oggi, perchè.....non ci sono i numeri.
Si ritoccherà la legge elettorale , magari inserendo la coalizione e non il partito per il premio di maggioranza, e nel 2018 si andrà , piacendo alla UE , alle elezioni.
Certo Salvini Berlusconi, il M5S grideranno allo scandalo, al colpo di mano, avevano confidato sull'esito del referendum per liberare poltrone, non certo per salvare la Costituzione, ma andranno deluse. Tutta la loro campagna è stata improntata contro Renzi, e non hanno assolutamente affrontato i temi centrali del quesito:Si vuole una repubblica oligarchica o rappresentativa?

Se vincesse il SI , Renzi resterà al governo pimpante e gonfiato di egocentrismo mitigato solo dall'ultimatum di gennaio della UE. O mette la testa a partito o l'italia sarà commissionata, come recitano gli accordi firmati da tutti.

Dov'è dunque la differenza?
Sta nella prospettiva politica. In un caso si aprirebbe uno spiraglio possibile, una nuova linfa per la ricrescita politica, tutta da costruire, tutta da verificare,
Nell'altra ipotesi, quella del Si, si chiuderebbero anche questi spiragli , e se ne riparlerà fra vent'anni al minimo.
Sempre Ue con il volere della UE!