5 gennaio 2017

I tribunali del popolo... contro il popolo

Perché sono pericolose le esternazioni di Grillo sulle bufale?
Non tanto sul tempo e modi dell'esternazione.. E' un comico, fondamentalmente e la butta tutta in una farsa.
Basta esserne consapevoli.
Son pericolose, in quanto vengono prese a pretesto , proprio da coloro contro cui lui parrebbe prendersela, e contro il contenuto apparentemente oggetto della sfuriata .
La libertà di stampa e contro la repressione sopratutto nel Web.
In nome della libertà , Grillo , reclama una sorta di tribunale del popolo (che opera nel nome del popolo,, naturalmente) e subito il main stream Repubblica in testa ha preso la palla al balzo e attraverso l'idea di Pitruzzella reclamano una legge europea “anti-bufale”, che prevederebbe una sorta di “Ministero della Verità”, di un'agenzia che monitori il web e censuri le notizie non idonee( sempre in nome del popolo).
Nemmeno ad Orwell sarebbe venuto in mente!

In realtà non è che Grillo sia stato frainteso , come subito si sono affrettati a metterci una toppa i suoi fedayn, .ma è proprio l'idea di Grillo quella di istituire una sorta di direttorio (allora è una fissa!) che dovrebbe decidere per nome e per conto, della libertà per difendere l'ingenuità dell'indifeso popolo bue

Grillo e il main stream istituzionale non digeriscono l'idea che son proprio le eventuali bufale che fanno crescere l'antivirus e l'antidoto a favore della informazione, della verità e della libera informazione. Perché il rischio di prendere un abbaglio fa crescere la necessità della ricerca della notizia, e dei suoi riscontri. Sviluppa la necessità dell'essere non semplici bevitori alla fonte, ma di ricercare le fonti dal quale abbeverarsi, sempre diversi, E' questo allarga il mercato delle fonti, e da spazio sia alle bufale , ma anche a chi sbugiarda le bufale.
E questo è proprio possibile liberando il web, non restringendo i suoi spazi, navigando e vagando nell'iperspazio informativo che le bufale troverebbero naturalmente mancanza di ossigeno e di sopravvivenza.
Passando dalla fonte ai fruitori , dall'alto verso il basso , capovolgendo la declinazione e passando dal basso verso le fonti che cresce la libertà di stampa, delle notizie e del pensiero.


Ma , questo , per le menti, per natura reazionarie, è difficile da comprendere. Meglio coltivare le illusioni dell'Uno che comanda e sorveglia, che protegge e difende la natura infantile del popolo che pensare che questi possano crescere autonomamente!
E più rassicurante per il Potere Costituito!