22 giugno 2017

Qui i ricordi, li il futuro!

Altro che paese di immigrati, solo paese di passaggio obbligato!
Nessuno vuol rimanere nel nostro pese, nemmeno gli stessi italiani. Se son vere le cifre pubblicate dall'Osservatorio del Lavoro. Solo nel 2015 sono oltre mezzo milioni i giovani e meno giovani che hanno lasciato il Paese. Per lo più laureati e con istruzione medio alta. Le motivazioni sono la mancanza di prospettive di lavoro, una paga più alta, sopratutto in Francia, Germania , Inghilterra, e sopratutto il riconoscimento del proprio e ciclo formativo .
Ma non mancano anche la fuga da parte degli immigrati. Sono stati 300 mila nel 2015 sopratutto quelli venuti dai paesi dell'Est che ritornano nel loro paese che offre , persino, di più rispetto a noi.
E poi i profughi che utilizzano il nostro paese come trampolino di lancio verso i paesi europei del centro e nord!
Quindi nessuna paura, di invasione! A noi non ci cagano proprio per nulla!
Da noi tutti scappano, e il nostro sarà e rimarrà il paese di anziani, dove si fanno sempre meno figli, e dove quando crescono scappano via.

Qualche anno fa incontrai dei giovani ricercatori presso una Università Norvegese. Non ancora laureati furono chiamati, vitto ed alloggio gratis, una biblioteca a disposizione, sale per le letture, palestra a disposizione, sauna a qualsiasi ora del giorno e della notte.
"Ragazzi, ma l'Italia"? gli chiesi. "si, " mi risposero, "una settimana all'anno, la mamma, il sole, il mare, pizza con gli amici , ma poi subito il ritorno qua"
"Li ci sono i ricordi, qui il futuro"